Il dibattito su 5G e Coronavirus su Striscia la Notizia è stato oggetto di una puntata mandata in onda qualche tempo fà sulla popolarissima trasmissione Mediaset. In realtà nel corso degli ultimi tempi il programma in onda su canale 5 ha girato numerosi servizi sia sul 5G sia sulla pandemia.

In Italia si sente molto parlare di Coronavirus poichè il nostro paese è uno dei più colpiti in Occidente. Secondo voci di corridoio questa pandemia è stata studiata per distogliere l’ attenzione dell’ opinione pubblica dalla tematica riguardante il 5G.

Ovviamente non ci è dato sapere quale sia la verità. Quel che è certo è che prima di farsi una propria opinione personale è opportuno informarsi presso fonti attendibili. D’ altra parte troppo spesso sul web circolano notizie false che riescono a radicarsi con troppa facilità tra le persone. Ciò avviene anche perchè la salute è un’ argomento che fà leva sull’ emotività delle persone.

Fortunatamente oltre a notizie provenienti da fonti inaffidabili troviamo anche numerosi fonti estremamente autorevoli. Alla fine di questo articolo potrai visionare anche il video andato in onda su Striscia la Notizia. Prima però vorrei precisare alcuni aspetti molto importanti.

Detto questo direi di procedere!


5G e Coronavirus su Striscia la Notizia

Di 5G e Coronavirus su Striscia la Notizia si è parlato in una puntata andata in onda nei primi giorni di Aprile 2020. Praticamente la teoria di questo complotto ha avuto origine in Inghilterra. Qui un professore (o presunto tale) ha registrato un video in cui espone la sua teoria.

Praticamente quando parliamo di questa nuova tecnologia correlandola alla pandemia le teorie prevalenti sono due. La prima afferma che il Coronavirus sia stato prodotto in laboratorio e diffuso volontariamente con lo scopo di distogliere l’ attenzione pubblica dall’ installazione delle antenne 5G.

La seconda teoria invece sostiene che il Coronavirus sia sorto a causa delle emissioni elettromagnetiche sprigionate dalle antenne 5G già operative in Cina. Praticamente è dalla fine del 2019 che in alcune città cinesi il 5G è diventato operativo.

E’ proprio questa la tesi sostenuta da questo professore inglese che ha pubblicato un video diventato virale. Al riguardo ci sono alcune cose importanti che mi preme sottolineare. Vediamo subito quali sono.


1 – Guadagnare Andando Virali

Quando parliamo di 5G e Coronavirus il video di Striscia la Notizia è solamente uno dei tanti contenuti visivi pubblicati.

Come già sai Striscia la Notizia è una trasmissione televisiva con un sito internet proprio. Qui lo staff pubblica le puntate visionabili anche attraverso internet.

Come detto pocanzi un fantomatico professore Inglese ha pubblicato un suo video diventato virale sui social media. Grazie a questa viralità questo professore ha ottenuto una grandissima visibilità gratuita. Con questa visibilità egli certamente può guadagnare tantissimi soldi.

Pertanto se qualcuno pensa che questo professore sia davvero convinto del nesso tra 5G e Coronavirus io non darei per scontato tutto ciò. Infatti darei molto peso anche alla tesi secondo cui egli spinto dalla volontà di guadagnare abbia volontariamente pubblicato una notizia infondata con lo scopo di andare virale.

D’ altra parte i social network possono impattare profondamente sul business di un’ azienda. Infatti la potenzialità più potente offerta dai social è la viralità. Per andare virali esistono delle linee guida da seguire. Sicuramente una delle più importanti è la tipologia del contenuto.

Praticamente sui social network le notizie più predisposte a diventare virali sono le classiche notizie bomba. Immagina di pubblicare un articolo dove spieghi che mangiando limone è possibile dimagrire. Dopodichè ipotizza anche di pubblicare un secondo articolo dove racconti di una ragazza di 200KG che dopo aver seguito un regime dietetico basato sul limone ha perso 150KG e oggi è una bellissima modella superpagata. Quale tra queste due notizie è più predisposta a diventare virale? Ovviamente la seconda!

Similmente anche una notizia ove si parla del Coronavirus come effetto collaterale del 5G è sicuramente un’ argomento molto predisposto a diventare virale. Pubblicando un video ove si parla di questa tesi certamente è possibile ottenere tanta visibilità e quindi guadagnare tantissimo sia in notorietà sia economicamente.


2 – Danni del 5G

Quando si dibatte su 5G e Coronavirus Striscia la Notizia più volte ha girato puntate ove si parla dei possibili danni causati da questa tecnologia.

Concorderai con me che prima di trarre una conclusione è necessario informarsi. Al riguardo possiamo certamente dire che il web è un’ ottima fonte d’ informazione.

Tuttavia su internet troviamo anche molta informazione spazzatura. D’ altra parte chiunque può aprire un blog e scrivere le cose che gli frullano in testa. Stesso discorso vale per chi vuole fare informazione pubblicando video sul proprio canale Youtube.

Quando parliamo di trovare informazioni attendibili su internet è risaputo che la fonte più affidabile in assoluto si chiama Wikipedia. Infatti io per primo ogni volta che cerco informazioni mi rivolgo sempre a questo sito. Esso è molto autorevole anche e soprattutto agli occhi di Google. Non è un caso che Wikipedia viene piazzata sempre in cima ai risultati di ricerca. Pertanto se vuoi davvero conoscere quelli che sono i danni del 5G vorrei invitarti a visionare quanto riportato da Wikipedia.

Praticamente Wikipedia afferma che nessuno è riuscito a dimostrare in modo chiaro l’ incidenza che la tecnologia 5G ha sulla salute delle persone. Pertanto il 5G và osteggiato non perchè esso sicuramente nuoce alla salute ma semplicemente perchè bisogna dare più tempo ai ricercatori di effettuare studi. E’ proprio questo il motivo che ha spinto molti scienziati a lanciare un’ allarme mondiale. Invece i complottisti molto spesso affermano che il 5G va bloccato perchè sicuramente esso nuoce alla salute favorendo l’ insorgenza di tumori.


3 – Origine del Coronavirus

In un filmato che parla del nesso tra 5G e Coronavirus andato in onda su Striscia la Notizia si parla della teoria secondo cui la pandemia sia nata a causa delle radiazioni sprigionate dalle nuove antenne.

Al riguardo ci sono buoni motivi di credere che tale affermazione sia completamente infondata. Su internet certamente più fonti riportano questa tesi partorita da un professore Inglese che ha pubblicato un video andato virale sui social. Anche in questo caso sono convinto che per conoscere quale sia la reale origine del virus sia utile visionare quanto asserisce Wikipedia.

Praticamente su questa affidabilissima enciclopedia digitale viene detto che il virus ha avuto origine nel mercato di animali selvatici a Wuhan. Secondo alcuni il virus ha avuto origine da un serpente estremamente velenoso denominato Bungarus multicinctus. Che il virus sia profondamente legato ai mercati della carne è dimostrato anche dal fatto che buona parte dei primi positivi al virus lavoravano tutti presso il mercato di Wuhan.

Inoltre in uno studio scientifico pubblicato su Nature si afferma che la struttura genetica del virus è palesemente di tipo animale. Pertanto la teoria secondo cui la pandemia sia stata studiata in laboratorio è totalmente infondata.


5G e Coronavirus su Striscia la Notizia – Conclusione

Quando parliamo di 5G e Coronavirus Striscia la Notizia ha mandato in onda diverse puntate ove si parla dell’ origine dell’ epidemia nonchè dei possibili effetti collaterali causati dalle onde elettromagnetiche.

Quanto riportato da questa trasmissione televisiva è sicuramente attendibile poichè le informazioni corrispondono a quanto riportato da un sito web autorevole come Wikipedia. Inoltre leggendo con attenzione quanto riportato da Wikipedia capiamo subito quanto sia infondata la teoria secondo cui il Coronavirus sia nato a causa dell’ esposizione delle persone alle frequenze 5G.

Come promesso ad inizio articolo voglio ora condividere con te una delle puntate più rilevanti mandate in Onda da Striscia la Notizia. Visionando con attenzione questa puntata potrai comprendere più in profondità quelli che sono i reali effetti collaterali del 5G.

Ora non mi resta che augurarti buona visione!


Condividi

Luca
Luca

Sono un consulente di marketing online, sviluppatore di siti web nonchè blogger esperto di affiliazioni. Ho aperto il mio blog SoldiOnline.BIZ per far comprendere alle persone che fare Marketing Online in completa autonomia si può. Un tempo credevo nella bontà del Network Marketing. Successivamente mi sono ricreduto. Fortunatamente grazie al mio blog ho trovato qualcosa di meglio in cui credere. Sono ambientalista, vegano nonchè animalista convinto ed impiego la mia vita al servizio degli animali.

Lascia un Commento

Your email address will not be published.