Quando parliamo di Coronavirus e di chi ha guadagnato col Lockdown certamente la lista delle attività che hanno tratto beneficio da queste limitazioni è piuttosto lunga. Pertanto posso assicurarti che oltre a numerose aziende che hanno subito gravi danni economici troviamo anche svariate realtà commerciali che hanno tratto grandissimi benefici.

Alcune di queste aziende hanno mantenuto il proprio assetto produttivo senza apportare nessuna modifica. Altre invece partendo da una situazione di penalità sono riuscite a conformare la propria produzione seguendo l’attuale variazione di mercato. Attuando questa conformazione alcuni brand sono riusciti a cavalcare con successo l’onda della pandemia sfruttando questa emergenza a proprio favore.

Vediamo quindi quali sono le attività che hanno tratto beneficio da questa limitazione degli spostamenti.


Coronavirus Chi ha Guadagnato col Lockdown?

Se cerchi info sul Coronavirus e su chi ha guadagnato col Lockdown le aziende nonchè le tipologie di attività che hanno conosciuto un incremento dei propri guadagni è piuttosto vasta. Pertanto è impossibile elencare l’elenco completo di tutte le attività nonchè i nomi delle varie aziende. Quello che invece mi preme fare è menzionare solamente alcune delle attività più rilevanti.

Buona parte di queste comprende attività online che in quanto tali hanno tratto beneficio dal Lockdown. Queste attività in quanto online non hanno subito nessuna influenza dalle varie disposizioni di chiusura nonchè dalle normative volte a tutelare la sicurezza dei lavoratori evitando lo sviluppo di focolai. In genere sono le attività offline ad avere subito gravi danni economici. Tuttavia alcune di queste hanno adatto la propria produzione industriale riuscendo a sfruttare il corso degli eventi in proprio favore.

Vediamo subito l’elenco completo.


1 – Amazon

Ovviamente al primo posto non può mancare Amazon. Il più grande negozio online del mondo certamente ha tratto grande beneficio da queste limitazioni agli spostamenti. D’altra parte Amazon essendo un negozio online non è stato colpito dalle disposizioni di chiusura.

L’unica cosa che l’azienda ha dovuto fare è adottare una serie di misure volte a prevenire la diffusione del virus tra i dipendenti che prestano servizio presso i vari stabilimenti. Tutto ciò ha prodotto anche rallentamenti dei servizi di logistica. Infatti in molti casi i tempi di spedizione dei prodotti si sono allungati.

Ciò però non ha determinato danni economici all’azienda. Piuttosto le numerose ore che milioni di persone hanno passato a casa hanno determinato un’aumento della presenza su internet. Più persone a casa significa più visite su internet e quindi più visite ai vari siti tra cui Amazon in primis. Maggiori visite sul sito di Amazon comporta inevitabilmente un’aumento delle vendite.

Si stima che il patrimonio di Jeff Bezos fondatore di Amazon durante il lockdown della primavera 2020 sia cresciuto di oltre 31 milardi. E’ anche per questo motivo che oggi il fondatore di Amazon dispone di un patrimonio che ha raggiunto l’incredibile cifra di 146 milardi di dollari.


2 – Facebook

Tra coloro che grazie al Coronavirus hanno guadagnato col Lockdown troviamo anche Facebook.

Poichè numerose sono le attività che hanno dovuto interrompere o azzerare l’esercizio della propria impresa anche gli investimenti pubblicitari hanno subito una riduzione. Tuttavia nel contempo Facebook ha conosciuto un’incremento della presenza degli utenti su questo gigantesco social network. Ciò ha determinato da un lato delle perdite ma dall’altro dei guadagni.

Il netto tra le perdite e i guadagni in questo caso è stato positivo. Infatti Facebook nel corso del Lockdown di primavera ha conosciuto un incremento dei ricavi pari al 18%. Il prezzo di ogni azione è aumentato da 0.85 a 1.71 dollari. E’ proprio questo l’incremento avuto rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Ciò ha determinato un utile netto di ben 4.9 miliardi di dollari.


3 – Netflix

Un’ altra azienda che ha tratto beneficio dalla pandemia è Netflix. Infatti nel Marzo 2020 c’è stato un aumento degli utenti pari a 15.7 milioni. Tutto ciò ha determinato un aumento del fatturato pari al 27%. Tuttavia l’utile netto è stato gonfiato da alcune motivazioni collaterali.

Netflix ha dovuto interrompere la produzione di nuovi film per prevenire contagi tra i componenti dei vari cast. E’ risaputo che girare film comporta costi piuttosto elevati. Pertanto l’utile netto ottenuto in primavera è gonfiato dalla riduzione di costi che sono stati rimandati.

Il rimando di alcune voci di bilancio è solamente uno dei fattori che hanno reso la crescita di Netflix non strutturale. Pertanto il pieno fatto nel corso della primavera non è detto che sia sufficientemente alto da compensare le insidie che la società dovrà affrontare nella seconda metà del 2020.


4 – Aziende Dispositivi Sanitari

A causa del Coronavirus hanno guadagnato col Lockdown anche alcune aziende che producono dispositivi sanitari.

In realtà buona parte di questi guadagni non sono tanto legati al Lockdown bensì alla pandemia nel suo complesso. Per esempio aziende che producono mascherine, gel igienizzanti o respiratori vendono molto i loro prodotti anche quando non ci sono particolari limitazioni sugli spostamenti.

Per esempio nel corso dell’Estate 2020 molte limitazioni sono state attenuate. Alla gente è stato concesso di uscire di casa a patto di rispettare le norme di prevenzione del contagio. Oltre al distanziamento sociale vi è anche la detersione delle mani nonchè l’uso delle mascherine.

La produzione delle mascherine è stata delegata a paesi esteri. Nel 2020 invece è sorta la necessità di produrre mascherine in modo massiccio internamente ad ogni nazione. Numerose aziende italiane hanno convertito la propria produzione cominciando a produrre mascherine. Tutto ciò ha determinato grandi benefici economici.

Stesso discorso vale per la produzione del gel per mani nonchè per i respiratori. Quest’ ultimo dispositivo però non è facile da produrre. Infatti poche sono le aziende che si dedicano della produzione di questo dispositivo sanitario. Nel corso di questa pandemia, queste aziende hanno dovuto incrementare in modo esponenziale la produzione di respiratori. Tutto ciò ha determinato un importante aumento degli introiti.


5 – Siti Ecommerce Vari

Oltre ai colossi internazionali che vendono servizi digitali a trarre beneficio da questa pandemia sono anche le varie attività online. Tra queste vi sono i vari ecommerce che si occupano di vendere a distanza beni fisici.

In situazioni di normalità tantissime sono le persone che acquistano su internet. Alcuni però ancora si limitano ad acquistare presso negozi fisici.

Limitare gli spostamenti ha obbligato molte persone ad acquistare online prodotti che abitualmente acquistano offline. Pertanto tutti quei siti ecommerce che vendono prodotti a distanza hanno tratto grande beneficio da questo lockdown.

Limitare gli spostamenti obbliga le persone a stare in casa. Più le persone stanno in casa più aumenta il tempo impiegato a navigare su internet. Di conseguenza aumentano anche le ricerche su Google e quindi anche le visite ai siti. Inevitabilmente aumentano anche le vendite generate dai siti ecommerce.


6 – Blogger e Youtuber

A seguito del Coronavirus hanno guadagnato col Lockdown anche i blogger e gli Youtuber. D’altra parte coloro che svolgono quest’ attività si occupano di pubblicare rispettamente articoli e video sul proprio sito nonchè sul proprio canale. Più contenuti si pubblicano più aumentano le visite. Avere tante visite significa avere tanta visibilità che può essere monetizzata in diversi modi.

A seguito del Lockdown le visite ai blog nonchè le visualizzazioni dei video su Youtube hanno conosciuto un notevole incremento. Pertanto tutti coloro che svolgono un’attività di questo tipo certamente hanno tratto benefici economici anche importanti. Costoro infatti non solo non hanno subito danni economici ma addirittura hanno conosciuto un incremento dei propri introiti.

In generale tutti coloro che hanno un’attività online hanno tratto beneficio indipendentemente dalla nicchia di appartenenza. Tuttavia a guadagnare di più sono in particolare tutti coloro che lavorano nel settore dell’intrattenimento casalingo. Sicuramente una delle nicchie che hanno tratto maggiore beneficio è quella legata al mondo dei videogiochi. Pertanto oltre a streamer di Twitch o Youtube anche titolari di blog sui videogiochi hanno tratto importanti benefici.

Ovviamente anche le aziende che commerciano videogiochi hanno venduto parecchio in questo periodo. Amazon ha venduto tantissime console e ovviamente grande beneficio ha tratto anche Sony, Microsoft, Nintendo, Oculus e tutte le altre aziende che si occupano di sviluppare videogiochi.


7 – Cam Girl

Per concludere tra coloro che hanno guadagnato grazie alla limitazione degli spostamenti troviamo anche le cam girl.

Quest’attività viene svolta da modelle che vendono a distanza i propri servizi erotici. Queste ragazze sfruttano la visibilità offerta da piattaforme erotiche che hanno lo scopo di mettere in contatto la domanda con l’offerta relativamente a tutti quei servizi erotici che è possibile vendere a distanza. E’ possibile guadagnare vendendo il proprio abbigliamento intimo a distanza, le cam erotiche, messaggi erotici, foto, video e molto altro ancora.

Il settore dell’hard fattura ogni anno circa 100 miliardi di dollari in tutto il mondo. Con la diffusione di internet chiunque può aggiudicarsi una fetta di questa gigantesca torta vendendo a distanza i propri servizi.

Svolgendo con serietà quest’ attività lavorando part time è possibile guadagnare tranquillamente 2.000€ al mese. Dopodichè lavorando a tempo pieno si possono raggiungere o addirittura superare i 5.000€ al mese.

Limitare gli spostamenti ha aumentano la richiesta di servizi di questo tipo. Pertanto sono aumentate di molto anche le vendite. Che questo tipo di business sia veramente remunerativo ciò è risaputo. Di questo ne parlo anche nel mio articolo in cui spiego come diventare una cam girl e guadagnare.


Coronavirus Chi ha Guadagnato col Lockdown – Conclusione

Se cerchi info sul Coronavirus e su chi ha guadagnato col Lockdown finalmente adesso sai come stanno le cose.

Praticamente da un lato questa pandemia ha determinato importanti danni economici ad alcune categorie. Dall’altro lato limitare gli spostamenti ha determinato grandi benefici economici ad altre categorie.

In generale le attività più danneggiate sono quelle offline. Viceversa quelle che hanno tratto grande beneficio sono le attività online. Infatti chi fa business online è immune dalle varie restrizioni. Nel contempo limitare gli spostamenti delle persone obbliga costoro a passare più tempo a casa. Di conseguenza la permanenza su internet aumenta e quindi aumentano anche le visite sui siti nonchè quelle su Youtube e su tutti gli altri social network.

Noto con piacere che in questo periodo molte persone mi contattano chiedendomi se esiste qualche opportunità di guadagno che possa permettere alle persone danneggiate di migliorare la propria situazione finanziaria nonostante l’attuale emergenza sanitaria.

Tra le opportunità di guadagno che più mi preme consigliare vi è sicuramente quella relativa all’apertura di un blog e alla relativa scrittura di articoli. Non starò qui a spiegarti come poter guadagnare con un blog. Di questo ne parlo già in un paio di articoli pubblicati qualche tenmpo fa.

Li trovi qui di seguito.

Ora non mi resta che farti i miei più sinceri auguri per il tuo successo professionale!

Condividi

Luca
Luca

Sono un consulente di marketing online, sviluppatore di siti web nonchè blogger esperto di affiliazioni. Ho aperto il mio blog SoldiOnline.BIZ per far comprendere alle persone che fare Marketing Online in completa autonomia si può. Un tempo credevo nella bontà del Network Marketing. Successivamente mi sono ricreduto. Fortunatamente grazie al mio blog ho trovato qualcosa di meglio in cui credere. Sono ambientalista, vegano nonchè animalista convinto ed impiego la mia vita al servizio degli animali.

Lascia un Commento

Your email address will not be published.