Condividi

Molto spesso sentiamo dire che Di Maio è un bibitaro presso lo Stadio San Paolo. Tale affermazione viene fatta quasi sempre in modo dispregiativo. D’ altra parte secondo le logiche di alcuni ricoprire incarichi di responsabilità nella macchina politica di un paese è un onere difficile che richiede persone con un curriculum professionale di grande rispetto. Se anche tu la pensi così ci sono alcune cose importanti che mi preme sottolineare.

Praticamente tante persone vogliono conoscere più da vicino Luigi Di Maio. D’ altra parte egli è uno dei politici più popolari in Italia. Nonostante la sua giovane età egli fino ad oggi ha ricoperto incarichi di grande responsabilità.

Per esempio fino al Gennaio 2020 egli è stato alla guida del Movimento 5 Stelle. Inoltre dal 2013 al 2018 egli è stato vicepresidente della Camera. Nel governo Conte Uno ha ricoperto il ruolo di ministro del lavoro e dello sviluppo economico. In quel governo egli ha svolto anche il ruolo di vicepremier insieme a Matteo Salvini. Dopodichè nel corso del governo Conte Due egli ricopre il ruolo di ministro degli Esteri.

Luigi ha sempre svolto questi ruoli con passione e responsabilità. E’ anche per questo motivo che egli si è guadagnato l’ apprezzamento di milioni di italiani. Al riguardo ci sono alcune cose importanti che mi preme sottolineare. Nel corso di questo articolo ti spiegherò tutto quanto nei minimi dettagli.

Ora non mi resta che augurarti buona lettura!


Di Maio è Bibitaro allo Stadio?

Per comprendere se davvero Di Maio è un bibitaro allo stadio mi preme innanzitutto parlarti molto brevemente delle sue origini. Devi sapere che Luigi nasce nel 1986 a Pomigliano d’Arco in provincia di Napoli. Suo padre è un imprenditore edile mentre la madre un’insegnante di italiano.

Nel 2004 Luigi si diploma presso il Liceo Classico. Dopodichè egli si trasferisce all’ università Federico II. In un primo momento egli frequenta la facoltà d’ingegneria informatica. Successivamente egli si trasferisce presso la facoltà di giurisprudenza.

Nel corso di questi anni nonchè degli anni successivi Luigi svolge diversi lavori. Per esempio egli si è occupato di giornalismo sportivo. Ha svolto varie manzioni in veste di webmaster nonchè di tecnico informatico. Ha fatto l’ agente di commercio, il cameriere nonchè lo Steward presso lo stadio San Paolo. Inoltre egli ha collaborato anche con l’ azienda del padre svolgendo il ruolo di manovale.


Conclusione

Finalmente pure tu sai se davvero Di Maio è un bibitaro allo stadio.

Praticamente Luigi nel corso della sua vita ha svolto svariate mansioni. Alcune di queste sono manzioni importanti. Basti pensare al lavoro di tecnico informatico, piuttosto che webmaster, giornalista sportivo o agente di commercio. Altri lavori invece sono più umili. Pensiamo per esempio al ruolo di cameriere o Steward.

Quel che è certo è che dipingere Di Maio come un ex bibitaro è un’ atteggiamento decisamente strumentale. Dico così perchè in realtà Luigi ha svolto altri lavori alcuni dei quali piuttosto prestigiosi. Inoltre non penso che un politico debba essere giudicato in base ai lavori svolti. Casomai un paese ha bisogno di politici onesti, umili ed intelligenti. Pertanto non penso sia giusto sminuire la figura di Luigi aggrappandosi a motivazioni futili come l’ aver svolto la mansione di Steward.

Condividi

Luca
Luca

Nel 2016 subisco una truffa telefonica. Dopodichè apro il blog SoldiOnline.BIZ per far comprendere alle persone che fare Marketing Online in completa autonomia si può. Se non fossi stato truffato questo blog non sarebbe mai nato. E' proprio vero che non tutti i mali vengono per nuocere. Non vedo l' ora di subire una nuova truffa!

Lascia il tuo commento

La tua mail non verrà pubblicata