Herbalife viene condannata dalla FTC quindi si presume che la fine delle controversie è arrivata.

Ma è davvero così?

I fatti risalgono al 2017. Praticamente l’ ente americano per la tutela dei consumatori infligge al colosso statunitense una multa da ben 200 milioni di dollari. Si tratta di un boccone molto amaro da digerire.

Per comprendere come ciò è potuto accadere bisogna fare un passo indietro. Infatti la sentenza di condanna è la conseguenza di numerose denunce depositate anni addietro.

Questa pesantissima sanzione ha spinto l’azienda ha regolarizzare il suo modello di business. D’altra parte le accuse mosse dall’ Antitrust americano parlano di una impostazione decisamente piramidale nonchè di altre pratiche commerciali scorrette.

Tuttavia le controversie su Herbalife non finiscono qui. Infatti altrettanto importanti sono le perplessità circa le caratteristiche dei suoi prodotti. Si tratta di un dibattito molto attuale considerando anche le vicende verificatesi in India poche settimane fà.

Cerchiamo quindi di fare chiarezza facendo un salto indietro nel tempo.


Herbalife Condannata

banner newsletter wordpress

Herbalife viene condannata dalla FTC al termine di 2 anni di indagini.

Infatti le indagini cominciano nel 2015. Praticamente a partire dal 2009 numerosi ex distributori hanno cominciato a depositare denunce contro l’ azienda. Nel 2015 Herbalife viene indagata mentre nel 2017 arriva la sentenza. Il colosso statunitense dovrà sborsare 200 milioni di dollari per risarcire oltre 350.000 distributori che hanno esercitato l’ attività d’ incaricato alle vendite tra il 2009 ed il 2015.

Si tratta del più grande scandalo nella storia del Network Marketing. Con questa cifra Herbalife dovrà risarcire tutte quelle persone hanno subito dei danni. Ora oltre 350.000 persone verranno risarcite per tutti i danni morali e finanziari subiti.

Molti pensano che la fine di Herbalife è arrivata. In realtà già nel 2016 si ipotizzò la fine del colosso statunitense. A prevedere questo scenario fù Bill Ackman. Si tratta di un milionario ed investitore statunitense. Ben prima delle sentenza del 2017 Ackman accusò Herbalife di essere il più grande sistema piramidale di tutti i tempi. Questo modello di business in quanto tale è destinato a collassare presto.

Quando parliamo delle controversie su Herbalife certamente gli esempi che possiamo fare sono molteplici. Alcune di queste sono legate al suo modello di business mentre altre riguardano le caratteristiche dei suoi prodotti.

Facciamo quindi un elenco completo dei casi si più clamorosi che si sono verificati in questi 40 anni di storia.


1 – Presentazioni surreali

Herbalife viene condannata per il suo sistema piramidale.

Sicuramente tale sistema è integrato con delle presentazioni cariche di adrenalina. Più volte nel corso della sua storia Herbalife è finita sotto accusa per il fanatismo durante le riunioni.

Se hai partecipato ad uno dei suoi meeting aziendali dovresti già sapere come stanno le cose. Praticamente molte persone raccontano che le riunioni aziendali non sono incontri lavorativi. Infatti secondo alcuni tali meeting assomigliano piuttosto ad una setta di esaltati.

In realtà Herbalife non è una setta bensì un’ azienda che in quanto tale ha come unico scopo quello di fatturare. Pertanto la foga durante i meeting è una strategia di marketing volta a trasmettere entusiasmo ai partecipanti.

In realtà anzichè ridere penso sia più coerente piangere. D’ altra parte i guadagni effettivi percepiti mediamente dai membri sono decisamente modesti. Di questo ne parlo nel mio articolo in cui spiego quanto si guadagna con Herbalife.


2 – Esposizione a rischi finanziari

Herbalife viene condannata a risarcire oltre 350.000 distributori tratti in inganno.

Tra il 2009 ed il 2015 numerosi distributori americani hanno investito migliaia di Euro per comprare prodotti da rivendere. Molti erano convinti di fare un ottimo affare. Di conseguenza parecchi di loro hanno investito dai 1000$ ad oltre 20.000$.

Solamente in un secondo momento ci si accorge di quanto sia difficile vendere. Di conseguenza ci si ritrova con numerosi prodotti invendibili. Pertanto l’ unica cosa che rimane da fare è autoconsumarli, svenderli, regalarli o addirittura buttarli.

Fortunatamente la FTC ha condannato Herbalife sostenendo che queste persone sono state imbrogliate. Ora l’ azienda dovrà risarcire queste persone.


3 – Betting On Zero

La sentenza che vede Herbalife condannata arriva nel 2017. Tuttavia già nel 2016 sorge una controversia a seguito della pubblicazione del film “Betting On Zero“.

Si tratta di un documentario su Herbalife con un forte impatto emotivo. In questo film si lascia grande spazio alle testimonianze di numerosi ex distributori.

Inoltre nel film si mette Herbalife sotto accusa per lo scarso rapporto qualità prezzo dei suoi prodotti.

Sicuramente questi aspetti costituiscono un elemento portante del film. Tuttavia l’ ossatura principale è legata all’ accusa rivolta ad Herbalife circa il suo modello piramidale. A farsi carico di questa contestazione troviamo in prima fila Bill Ackam. Si tratta di un investitore milionario statunitense classe 1966.

Ackman sostiene che Herbalife è il più clamoroso esempio di sistema piramidale della storia. Di conseguenza il milionario statunitese è convinto che questo sistema collasserà presto. Ackam è convinto che la fine di Herbalife è vicina. In effetti le sue parole profetizzano quello che succederà un anno dopo. Infatti la multa di 200 milioni inflitta all’ azienda accusata di vendite piramidali è la realizzazione parziale di tale profezia.


4 – Efedrina

Herbalife è già stata condannata per il suo sistema di vendite piramidale. Tuttavia quando parliamo di controversie vi sono anche alcuni conflitti riguardanti le proprietà dei suoi prodotti.

Tra i numerosi scandali che possiamo menzionare sicuramente degno di nota è il caso Efedrina. Praticamente nel 2002 si scoprì che alcuni prodotti dimagranti Herbalife contenevano questa sostanza. Si tratta di un alcaloide che ha la capacità d’ inibire la fame.

L’ Efedrina è una sostanza dannosa. Di conseguenza nel 2004 la FDA scelse di bandire dal mercato Statunitense tutti i prodotti contenenti tale sostanza. Herbalife accolse tale divieto ritirando i propri integratori dal mercato.


5 – Danni al fegato

Herbalife ha rischiato la condanna anche a seguito di diverse controversie riguardanti la sicurezza dei suoi prodotti. Infatti in diverse occasioni svariati consumatori lamentarono malori a seguito dell’ assunzione dei suoi prodotti.

Per esempio nel 2005 in Israele 4 persone manifestarono un profondo malessere dopo aver assunto alcuni prodotti Herbalife. Il Ministero della Salute israeliano sottopose ad analisi alcuni campioni di prodotto. Dalle analisi emersero alcune ambiguità.

Dopodichè Israele intraprese una campagna informativa volta a scoraggiare i propri cittadini a consumare prodotti Herbalife. Non tutti accolsero tale invito. Infatti qualche anno dopo una donna israeliana accusò Herbalife attribuendo all’ azienda le colpe per il suo malessere causato dall’ assunzione dei alcuni prodotti dietetici.


6 – Ministero della Sanità italiano

Non mi risulta che Herbalife è stata condannata in Italia. Tuttavia nel nostro paese agli inizi degli anni 90 sono successe alcune cose degne di nota.

Praticamente in quel periodo Marcello Ticca era il direttore dell’ Istituto Nazionale della Nutrizione. Egli affermò che consumare prodotti Herbalife produce un beneficio provvisorio. Pertanto pensare di dimagrire consumando questi prodotti non è affatto il metodo migliore per perdere peso.


7 – Lo scandalo indiano

Herbalife è stata condannata verbalmente anche da un equipe di medici indiani che prestano servizio presso il Ernakulam Medical Centre. Si tratta dell’ ultimo scandalo Herbalife poichè risalente al Maggio del 2019.

Praticamente una giovane di 24 anni viene ricoverata d’ urgenza. Da due mesi consuma prodotti dimagranti Herbalife. Da circa 7 giorni accusa malori. Non ha più lo stimolo dell’ appetito e il colore della sua pelle è giallo.

I medici capiscono che la giovane è in pericolo divita così optano per un trapianto di fegato. Purtroppo però è troppo tardi e la giovane muore. Dopodichè i medici indagano ed analizzano alcuni campioni dei barattoli consumati dalla giovane.

Le analisi danno un esito sconvolgente. Infatti nei campioni si riscontrano grandi quantitativi di metalli pesanti. Oltre a svariate sostanze psicotrope nei campioni si riscontrano anche numerosi batteri patogeni alcuni dei quali molto pericolosi.

I medici accusano Herbalife sostenendo che la presenza di tali elementi dentro prodotti della salute è qualcosa di assurdo. Inoltre i medici convengono che il consumo prolungano di tali prodotti determina gravi danni al fegato. Non è un caso che la morte della giovane sia imputabile a gravi complicanze del fegato.


Herbalife condannata – Conclusione

banner newsletter wordpress

Herbalife è stata condannata dalla FTC. Molti sono convinti che la fine di Herbalife sia vicina. Infatti l’ azienda è stata oggetto di numerosi scandali nel corso degli anni.

Sicuramente le accuse verso il colosso statunitense provengono in gran parte dai suoi ex distributori. Inoltre anche la critica cinematografica nonchè quella giornalistica ha mosso accuse contro l’ azienda.

Per concludere mi preme ora condividere assieme a te la mia opinione personale. Innanzitutto se un prodotto alimentare viene venduto in un dato paese è perchè il Ministero della Salute li reputa idonei alla commercializzazione. Reputo questo ente autorevole quindi penso che bisogna fidarsi di questo ente.

Dopodichè ognuno è libero di fare quello che vuole quindi se sei interessato ad Herbalife perchè vuoi essere cliente non ho nulla in contrario. Personalmente se devo consumare integratori preferisco prenderli su Amazon. Qui si trovano tantissimi integratori di qualità che costano molto meno.

Casomai la mia contrarietà riguarda il voler guadagnare pubblicizzando Herbalife. Dico così perchè l’interesse verso il consumo di prodotti Herbalife è fortemente legato alla possibilità di guadagnare pubblicizzandoli.

Non penso proprio che fare un’attività di questo tipo sia una valida opportunità di guadagno. Infatti le buone ragioni per stare alla larga dal Network Marketing sono molteplici e non starò qui ad elencarle tutte. Casomai voglio invitarti a leggere il mio articolo in cui parlo del Network Marketing e della grande illusione di guadagno.

Ora non mi resta che farti i miei più sinceri auguri per il tuo successo professionale!


Condividi

Luca
Luca

Sono un consulente di marketing online, sviluppatore di siti web nonchè blogger esperto di affiliazioni. Ho aperto il mio blog SoldiOnline.BIZ per far comprendere alle persone che fare Marketing Online in completa autonomia si può. Un tempo credevo nella bontà del Network Marketing. Successivamente mi sono ricreduto. Fortunatamente grazie al mio blog ho trovato qualcosa di meglio in cui credere. Sono ambientalista, vegano nonchè animalista convinto ed impiego la mia vita al servizio degli animali.

Lascia un Commento

Your email address will not be published.