Herbalife mi ha rovinato la vita” è una delle numerose testimonianze di ex distributori che sul film “Betting On Zero” raccontano la loro esperienza.

Si tratta di un documentario su Herbalife uscito nel 2016. Questo film su Herbalife ha un grande impatto emotivo e ha suscitato grande clamore tra l’ opinione pubblica.

Il film è prodotto dal registra Ted Braun e vede tra i protagonisti Bill Ackam. Il milionario statunitense è in eterno conflitto col colosso statunitense degli integratori.

Alle riprese partecipano anche numerosi ex distributori che hanno scelto di condividere col grande pubblico il loro calvario. La loro esperienza nasce con un sogno. Più precisamente col sogno di poter finalmente cambiare la propria vita finanziaria uscendo dalla precarietà.

Numerose persone si illudono che Herbalife sia difatto un treno che una volta partito non si ferma ad attendere i ritardatari. Questo treno dovrebbe portare i passeggeri in una destinazione chiamatasi “Libertà Finanziaria“. Una volta giunti a destinazione sarà finalmente possibile vivere la vita dei propri sogni. Purtroppo però solamente in un secondo momento ci si accorge che Herbalife non è un sogno ma un incubo.

I numerosi testimoni che questo viaggio estenuante lo hanno affrontato riescono però a trovare la forza di raccontare la loro esperienza.

Vediamo quindi tutti i retroscena di questa incredibile vicenda.


Herbalife mi ha rovinato la vita

banner newsletter wordpress

Herbalife mi ha rovinato la vita” è quanto emerge dalle numerose testimonianze riportate nel film “Betting On Zero“.

Infatti numerose persone sono riuscite a trovare la forza per raccontare il loro calvario. Oltre a riportare le testimonianze di numerosi ex distributori, il film su Herbalife mette in evidenza altre importanti criticità.

Uno dei massimi promotori del progetto è il miliardario statunitense Bill Ackman. Bill è convinto che il successo di Herbalife non è causato dalla serietà dell’ azienda o dalla qualità dei suoi prodotti.

Piuttosto la popolarità del colosso statunitense è legata al suo sistema piramidale. Infatti secondo Ackman Herbalife è la più grande azienda di Network Marketing al mondo proprio perchè il modello di business è fortemente incentrato sul reclutamento di nuovi incaricati. Tale reclutamento avviene pompando i potenziali collaboratori con una percezione surreale dei possibili guadagni.

Inoltre nel film si contesta all’ azienda l’ utilizzo di materie prime di scarsa qualità a fronte di un costo del prodotto finale estremamente alto. In sintesi è proprio questo il contenuto del film.

La veracità di tale documentario troverà riscontro anche con la sentenza della FTC. Praticamente nel 2017 l’ ente americano per la tutela dei consumatori infligge ad Herbalife una multa da ben 200 milioni di dollari. Si tratta del più grande scandalo nella storia del Network Marketing.

Con questa sanzione l’ azienda dovrà risarcire oltre 350.000 distributori americani che hanno collaborato tra il 2009 ed il 2015. Con questo importo tali distributori hanno potuto vedersi riparato almeno in parte il danno emotivo e finanziario subito.


Conclusione

banner newsletter wordpress

Finalmente adesso sai come stanno le cose.

Praticamente nel documentario si sottolineano svariate criticità riguardanti il colosso statunitense degli integratori. Tra i vari punti salienti di questo film troviamo sicuramente la partecipazioni di numerosi ex distributori. Le loro testimonianze sono scioccanti e hanno un forte impatto emotivo.

Puoi visionare il trailer del film cliccando sul pulsante qui sotto.

Condividi

Luca
Luca

Sono un consulente di marketing online, sviluppatore di siti web nonchè blogger esperto di affiliazioni. Ho aperto il mio blog SoldiOnline.BIZ per far comprendere alle persone che fare Marketing Online in completa autonomia si può. Un tempo credevo nella bontà del Network Marketing. Successivamente mi sono ricreduto. Fortunatamente grazie al mio blog ho trovato qualcosa di meglio in cui credere. Sono ambientalista, vegano nonchè animalista convinto ed impiego la mia vita al servizio degli animali.

Lascia un Commento

Your email address will not be published.