La multa ad Amway è solamente uno dei numerosi scandali che riguardano il mondo del Network Marketing.

Ovviamente la maggior parte delle aziende di vendita diretta è assolutamente trasparente. Tuttavia una piccola parte di queste più volte nel corso della storia sono finite sotto i riflettori dei vari organi di controllo. In questi casi i vari enti governativi sono intervenuti sanzionando pesantemente aziende artefici di un modello di business poco etico.

Senza ombra di dubbio lo scandalo più grande è quello che ha colpito nel 2017 Herbalife. In quell’ occasione il colosso americano ha dovuto sborsare un risarcimento di ben 200 milioni di dollari. Con tale importo l’ azienda ha dovuto riparare i danni economici e morali inflitti ad oltre 350.000 distributori che hanno collaborato con l’ azienda tra il 2009 ed il 2015.

Oppure nel 2014 l’ AGCM condannò Organo Gold ad una sanzione di 250.000€. E’ proprio questa la punizione che l’ azienda canadese ha dovuto subire per il suo modello di business piramidale.

Anche Amway nel corso della sua lunga storia è stata coinvolta in alcune spiacevoli controversie legali. Nel corso di questo articolo ti spiegherò tutto quanto nei minimi dettagli.


Multa ad Amway

La multa ad Amway è sicuramente uno dei più clamorosi scandali nella storia del Network Marketing. D’ altra parte tale episodio suscita un clamore proporzionale alla grandezza dell’ azienda.

Se hai letto il mio articolo in cui spiego se Amway è una truffa dovresti già sapere come stanno le cose. Praticamente quando si parla di vendita diretta Amway da molto tempo è nelle posizioni più alte della classifica mondiale in termini di fatturato annuale.

Sicuramente l’ azienda vanta di buone referenze. Tuttavia altrettante persone espongono delle opinioni negative su Amway.

Vediamo quindi come stanno le cose.


1 – Amway Sotto Inchiesta

Banner Piano Marketing Amway

La multa ad Amway è certamente uno scandalo che suscita molto clamore. Praticamente Amway è finita sotto inchiesta diverse volte nel corso della sua lunga storia.

Il primo scandalo risale al 1975. In quell’ occasione la FTC indagò l’ azienda per sospette vendite piramidali. Di questo ne parlo anche nel mio articolo in cui spiego se Amway è un sistema piramidale.

Secondo la FTC Amway non è artefice di un modello di business piramidale. Infatti le indagini si conclusero nel 1979 con un nulla di fatto. Tuttavia l’ azienda venne condannata lo stesso per il suo metodo di promozione fuorviante.

Amway dovette quindi informare il proprio pubblico circa i reali guadagni che è possibile percepire svolgendo l’ attività d’ incaricato alle vendite. In questo caso parliamo di guadagni davvero irrisori. Più precisamente il 50% dei distributori non guadagna assolutamente nulla. Il restante 50% guadagna una media di 100$ al mese.

Tale disposizione venne infranta durante una campagna promozionale del 1986. Di conseguenza l’ azienda venne condannata ad una multa di 100.000$.

Nel 2007 venne anche organizzata una class action intrapresa da un vasto numero di distributori raggirati. Costoro denunciarono l’ azienda per aver millantato guadagni esorbitanti che non trovano riscontri oggettivi. Amway pur di sottrarsi al giudizio scelse di risolvere la controversia in modo bonario. Versò quindi 56 milioni di dollari in favore dei querelanti nonchè dei loro legali.


2 – Riunioni Amway

Come detto pocanzi la multa ad Amway non è legata al suo modello di business piramidale. Infatti la FTC stessa riconobbe che Amway non è un Network Marketing piramidale. Tuttavia le controversie riguardano altre sfaccetture della vita aziendale. Sicuramente molto rilevanti sono le riunioni Amway.

Se hai letto il mio articolo in cui spiego se Amway è una setta dovresti già sapere come stanno le cose. Praticamente molte persone si trovano a disagio partecipando alle presentazioni aziendali nelle varie location italiane. Infatti durante questi meeting la foga è davvero molto alta. Ci si ritrova circondati da persone entusiaste di far parte di tale azienda.

Questo entusiasmo lascia intendere che con Amway è davvero possibile migliorare la propria situazione finanziaria. In realtà si tratta di un sogno che raramente si trasforma in realtà. Pertanto coloro che si fanno contagiare da tale entusiasmo si registrano come distributori.

Solamente in un secondo momento ci si accorge di quanto sia improbabile riuscire a trarre beneficio economico. Di conseguenza molti reagiscono uscendo da Amway chiedendo la cancellazione del codice distributore.


Multa ad Amway – Conclusione

Banner Piano Marketing Amway

La multa ad Amway risale al 1986. Infatti in quell’ occasione l’ azienda viene condannata ad una multa di 100.000$ per le sue presentazioni fuorvianti. Questa fù la punizione che l’ azienda subì per aver infranto una disposizione sancita dalla FTC nel 1979.

Come riportato su Wikipedia nel 1975 Amway finisce sotto inchiesta per il suo presunto sistema di vendite piramidale. Tale inchiesta finisce con un nulla di fatto. Tuttavia vengono rilevate alcune irregolarità inerenti la promozione aziendale che parla di guadagni importanti che ahimè non trovano riscontro nei numeri.

Più recentemente nel 2007 l’ azienda si è impegnata a risolvere in modo bonario una controversia con numerosi distributori raggirati. Dopo aver sborsato 56 milioni di dollari come risarcimento Amway ha evitato di sottoporsi ad un giudizio legale.

Io non so perchè volevi sapere tutto ciò. Forse sei un distributore Amway da diverso tempo e ancora non conosci l’ azienda in profondità. Oppure hai partecipato ad una presentazione e sei indeciso se diventare protagonista Amway a tutti gli effetti. Siccome sei una persona molto prudente vorresti conoscere meglio tale realtà prima di prendere decisioni affrettate.

Personalmente non penso abbia senso dibattere su tutto ciò. Infatti oltre ad alcune aziende poco trasparenti troviamo anche numerose aziende immacolate. Considerando la sua italianità senza ombra di dubbio una delle più popolari del momento è Chogan.

Ora non mi resta che augurarti buon business!


Luca
Luca

Nel 2016 subisco una truffa telefonica. Dopodichè apro il blog SoldiOnline.BIZ per far comprendere alle persone che fare Marketing Online in completa autonomia si può. Se non fossi stato truffato questo blog non sarebbe mai nato. E' proprio vero che non tutti i mali vengono per nuocere. Non vedo l' ora di subire una nuova truffa!

Lascia il tuo commento

La tua mail non verrà pubblicata