Quando parliamo di pareri su Herbalife sicuramente ci sono molti commenti negativi. Infatti oltre alle numerose testimonianze positive troviamo anche delle recensioni negative.

Praticamente tra tutte le aziende di Network Marketing probabilmente Herbalife è l’ azienda che più di ogni altra è oggetto di controversie. In particolare negli ultimi anni queste controversie hanno raggiunto l’ apice.

Tra i massimi detrattori troviamo vari enti governativi nonchè alcuni esponenti della critica giornalistica e cinematografica. Inoltre anche vari comitati di medici hanno espresso le proprie perplessità circa la sicurezza dei suoi prodotti. Ovviamente tra i numerosi detrattori troviamo anche numerosi ex clienti nonchè soprattutto numerosi ex distributori.

Le varie testimonianze negative su Herbalife riguardano sia il suo modello di business sia la sicurezza dei suoi prodotti. D’ altra parte Herbalife è un’ azienda di Network Marketing che offre una duplice possibilità.

Infatti oltre a poter consumare i suoi prodotti è possibile anche beneficiare di un piano compensi. Nel momento in cui un incaricato riesce con successo a creare una rete di consumo e promozione è possibile beneficiare di svariate forme di guadagno.

Ma andiamo con ordine e vediamo quali sono le controversie più significative.


Pareri su Herbalife

Quando parliamo di pareri su Herbalife sicuramente in buona parte troviamo commenti negativi.

Sicuramente tutto ciò è legato alla popolarità di questo brand. Infatti Herbalife è una delle aziende più anziane nel settore della vendita diretta. D’ altra parte il brand nasce nel 1980 a Los Angeles. Nel corso degli anni i suoi prodotti conoscono una vasta diffusione e tutto ciò si traduce in un aumento esponenziale del suo fatturato.

Sicuramente il successo del brand è legato ai suoi prodotti dietetici. Infatti in origine l’ azienda nasce specializzandosi nella vendita di tali prodotti. Solamente in un secondo momento il catalogo si amplia andando a toccare anche altri prodotti come integratori per la salute nonchè prodotti per la cura del corpo.

Oggi l’ azienda fattura circa 5 miliardi di dollari e conta milioni di clienti in tutto il mondo. Tuttavia oltre ai numerosi sostenitori Herbalife troviamo anche numerosi detrattori.

Vediamo più da vicino l’ origine di queste controversie.


1 – Mark Reynolds Hughes

Tra i pareri su Herbalife troviamo anche commenti negativi motivati dalle vicende del suo fondatore.

Praticamente Mark Reynolds Hughes fondò l’ azienda nel 1980 a Los Angeles. Come detto pocanzi Herbalife in origine vendeva prodotti utili per perdere peso.

Già dal 1985 l’ azienda finì sotto accusa per conto della FDA. Infatti l’ ente americano denunciò Hughes accusandolo di millantare le proprietà benefiche dei prodotti Herbalife senza però provare le proprie affermazioni attraverso documentazione scientifica. Praticamente i giudici accusarono Hughes di esaltare le proprietà dei prodotti in modo scorretto con l’ unico scopo di facilitare la vendita.

Oltre allo scandalo FDA, Hughes è oggetto di numerose discriminazioni anche nel presente. Infatti molte persone affermano che i prodotti Herbalife sono dannosi perchè Hughes morì a soli 44 anni. Secondo la loro logica se la conseguenza del consumo dei prodotti Herbalife è una morte così giovane allora c’è poco da stare sereni.

In realtà Hughes morì a seguito di una combinazione micidiale di alcolici e psicofarmaci. Infatti il fondatore di Herbalife soffriva di depressione ed era dipendente dall’ alcool. Costui sin dalla giovane età subì numerosi lutti. Primo fra tutti a soli 18 anni subì la morte della madre che perse la vita anch’ ella a seguito di un cocktail di alcolici e psicofarmaci con l’ intento di perdere peso.


2 – Multa della FTC

I pareri su Herbalife sono composti in gran parte da commenti negativi scaturiti a seguito della sanzione della FTC.

Praticamente a partire dal 2009 alcuni distributori iniziano a depositare numerose denunce contro Herbalife.

Nel 2015 la FTC avvia delle indagini per accertare la veracità dei fatti. Herbalife viene quindi indagata e due anni dopo l’ ente statunitense emana la sua sentenza.

Praticamente l’ ente americano per la tutela dei consumatori condanna Herbalife ad una multa di ben 200 milioni di dollari. Con questo importo l’ azienda dovrà risarcire oltre 350.000 distributori che hanno esercitato l’ attività d’ incaricato alle vendite tra il 2009 ed il 2015.

Herbalife viene così condannata per avere un modello di business decisamente piramidale. Infatti secondo i giudici Herbalife è artefice di un sistema di vendite poco etico.

Le criticità rilevate principali sono due. Da un lato la presentazione irrealistica della propria opportunità di guadagno. Di questo ne parlo anche nel mio articolo in cui spiego quanto si guadagna con Herbalife.

Dall’ altro lato l’ esposizione a grossi rischi di perdite finanziarie. In altre parole l’ azienda incitava i propri distributori ad acquistare grandi quantativi di prodotto da rivendere. Solamente dopo aver speso migliaia di dollari ci si accorgeva di aver comprato prodotti invendibili. Agli sventurati non rimaneva che autoconsumare, svendere, regalare o addirittura buttare tali prodotti.

La sentenza della FTC obbliga Herbalife a risarcire i propri distributori poichè questi ultimi sono stati ingannati dall’ azienda.


3 – Betting On Zero

Tra i pareri su Herbalife troviamo anche alcuni contenuti di critica cinematografica.

Infatti nel 2016 viene pubblicato il film “Betting On Zero“. Si tratta di un documentario su Herbalife prodotto con la partecipazione del regista Ted Braun.

Inoltre un’ altro importante protagonista del film è Bill Ackman. Si tratta di un milionario investitore americano classe 1966. Ackman combatte da diversi anni una battaglia contro Herbalife.

Secondo Bill il successo di Herbalife non è legato alla qualità dei suoi prodotti o alla generosità del suo piano compensi. Piuttosto il successo del brand è legato al suo modello di business decisamente piramidale. Addirittura Bill considera Herbalife il più grande sistema piramidale della storia dell’ umanità.

Inoltre nel film si lascia ampio spazio a ex distributori che si sono rovinati la vita. Si tratta di un film con un grande impatto emotivo.


4 – Il caso Efedrina

Tra i pareri su Herbalife troviamo anche le opinioni sorte a seguito dello scandalo Efedrina.

Praticamente nel 2002 la FDA sottopone ad alcuni controlli i prodotti dietetici Herbalife. Nei campioni analizzati si rilevano tracce di Efedrina. Si tratta di una sostanza alcaloide che ha la capacità di inibire la fame. Tale sostanza è estremamente dannosa.

Pertanto la FDA nel 2004 bandisce dal suolo statunitense i prodotti contenenti tale elemento. Di conseguenza Herbalife reagisce ritirando i propri prodotti dal mercato.


5 – Istituto Nazionale Nutrizione

Tra i pareri su Herbalife vorrei anche menzionare il caso di Marcello Ticca.

Praticamente agli inizi degli anni 90 il Ministero della Sanità italiano analizza alcuni prodotti Herbalife. In particolare l’ ente governativo sottopone ad analisi il prodotto “Formula Uno“. Si tratta di una poltiglia di polveri che secondo l’ azienda aiutano a perdere peso. Più precisamente il “Formula Uno” è un sostutivo del pasto da miscelare assieme al latte.

Il team scientifico sottopone tale prodotto ad analisi. I risultati ottenuti evidenziano alcune anomalie. Di conseguenza tale prodotto viene rimosso dalla lista degli integratori certificato del Ministero.

Agli inizi degli anni 90 il direttore dell’ Istituto Nazionale della Nutrizione era Marcello Ticca.

Relativamente ai prodotti dietetici Herbalife il professor Ticca affermò che pensare di dimagrire consumando tali prodotti è come fare un buco nell’ acqua. Infatti nel momento in cui s’ interrompe tale consumo si recuperano i chili persi con gli interessi. Inoltre il professore affermò che non è possibile consumare i prodotti Herbalife per lunghi periodi. Infatti essi provocano danni al fegato.


6 – Il caso Israeliano

Tra i pareri su Herbalife mi preme anche menzionare i fatti accaduti in Israele nel 2005.

Praticamente quattro persone lamentarono malessere a seguito dell’ assunzione di prodotti Herbalife. Di conseguenza le autorità sottoposero alcuni campioni ad analisi. I risultati di tali analisi furono sconvolgenti.

Praticamente nei campioni analizzati si riscontrò la presenza di elementi novici per il fegato. Di conseguenza il Ministerò della Sanità israeliano attuò una campagna volta e contrastare la diffusione di tali prodotti.

Qualche anno dopo il caso israeliano divenne anche fonte di studio in un ricerca condotta dai medici Miren García-Cortés, Mercedes Robles-Díaz, Aida Ortega-Alonso, Inmaculada Medina-Caliz e Raul J. Andrad. Il risultato della loro ricerca fù pubblicato sul portale scientifico PubMed.


7 – Lo scandalo indiano

Tra i pareri su Herbalife troviamo anche i commenti negativi dei medici che prestano servizio presso l’ ospedale indianoErnakulam Medical Centre.

Si tratta di medici incazzati poichè coinvolti in un triste episodio capitato poche settimane fa.

Praticamente nel Maggio del 2019 una giovane di 24 anni si reca d’ urgenza presso la struttura ospedaliera. La ragazza consuma da 2 mesi prodotti dimagranti Herbalife. Purtroppo però da 7 giorni ha perso lo stimolo della fame. Inoltre il suo malessere è visibile. Infatti il colore della sua pelle è completamente giallo.

Di conseguenza i medici comprendono che la giovane è in pericolo di vita. Dispongono subito un trapianto di fegato ma purtroppo è troppo tardi.

Dopo il decesso della giovane i medici iniziano ad indagare. Dopodichè analizzano i barattoli consumati dalla ragazza per comprendere meglio la loro composizione. I risultati delle analisi sono sconvolgenti.

I prodotti analizzati contengono grandi quantità di metalli pesanti e sostanze psicotrope. Inoltre nei campioni si riscontrano svariati batteri patogeni. I medici sostengono che l’ assunzione prolungata di tali prodotti può davvero compromettere in modo irrimediabile il funzionamento del fegato. Non è un caso che la giovane sia morta per gravi lesioni al fegato.

Puoi leggere l’ intera vicenda nell’ articolo in cui parlo dell’ ultimo scandalo Herbalife.


Pareri su Herbalife – Conclusione

Dopo aver ascoltato questi pareri su Herbalife penso che ti sei schiarito le idee. Praticamente l’ azienda oltre alle numerose opinioni positive è oggetto anche di numerosi commenti negativi.

Più volte vari ex incaricati hanno messo sotto accusa l’ azienda. Inoltre anche vari Ministeri della Salute hanno espresso le proprie perplessità.

Altrettanto significativo è il documentario “Betting On Zero“. Si tratta di un film su Herbalife pubblicato nel 2016. Questo documentario ha un forte impatto emotivo.

Inoltre uno dei casi più clamorosi in questo periodo è lo scandalo indiano che vede coinvolta una giovane di 24 anni che ora non c’è più. In realtà sino ad oggi si contano almeno 105 morti sospette.



Luca
Luca

Nel 2016 subisco una truffa telefonica. Dopodichè apro il blog SoldiOnline.BIZ per far comprendere alle persone che fare Marketing Online in completa autonomia si può. Se non fossi stato truffato questo blog non sarebbe mai nato. E' proprio vero che non tutti i mali vengono per nuocere. Non vedo l' ora di subire una nuova truffa!

Lascia il tuo commento

La tua mail non verrà pubblicata