POS per Protestati. Quale Modello per Aziende Protestate Acquistare?

da | Lug 25, 2021 | Finanza e Dintorni | 0 commenti

Se stai cercando un POS per protestati oggi ti trovi nel posto giusto al momento giusto! Infatti leggendo con attenzione la mia guida certamente troverai le risposte alle tue domande.

Se l’argomento desta in te interesse un motivo ci sarà. Ho motivo di credere che sei un professionista e alcuni tuoi clienti vorrebbero pagarti utilizzando carta. Purtroppo il POS al momento non lo possiedi pertanto vorresti adempiere a questa esigenza.

Purtroppo utilizzare la carta determina costi aggiuntivi a carico del commerciante. Di conseguenza vorresti utilizzare un POS spendendo il meno possibile. Per far ciò doveroso scegliere con attenzione quale POS comprare. Leggendo la mia guida certamente ti spiegherò come fare a ottimizzare la spesa nel migliore dei modi.

Certi è che se ti senti un pò disorientato non sei l’unico. Dico così perchè di recente sentiamo parecchio parlare del POS obbligatorio. D’altra parte il Parlamento ha fatto molteplici proclami seguiti tante smentite. Pertanto vi è tantissima incertezza in particolare tra i soggetti che non seguono attentamente il mondo della finanza e dintorni.

Riguardo a questo punto ho cose significative da riportare.

Scopriamo insieme quali sono.


POS per Protestati

Se vuoi conoscere maggiori info su questo dispositivo per pagamenti elettronici ciò non mi soprende. Dico così perchè negli ultimi tempi sentiamo parecchio parlare di strumenti per pagamenti elettronici. Il motivo è che il Governo ha varato delle leggi che hanno come scopo obbligare l’utilizzo del POS. Oltre ad imporre il POS agli imprenditori il governo ha pensato di dare incentivi agli acquirenti che scelgono remunerare utilizzando metodi di pagamento tracciabile.

Queste leggi stabilite dai politicanti hanno prodotto grosse polemiche. La ragione è che l’utilizzo del POS Online determina spese aggiuntive per i commercianti. Lo scopo che spinge il parlamento ad introdurre queste norme è la volontà di ridurre l’evasione del fisco. Tuttavia chissà per quale motivazione questa norma avvantaggia ancora una volta il sistema bancario. Fattostà che anche se non ci piace il bancomat è un’obbligo. Di conseguenza i commercianti devono adeguarsi a questa disposizione.

Pertanto dopo aver pubblicato la mia guida in cui spiego come guadagnare online ora è giunto il momento di condividere alcune informazioni utili per coloro che hanno un’attività offline.

Cerchiamo quindi come si può adeguare nel modo più conveniente in assoluto.


1 – Il POS è Obbligatorio?

Mi preme assicurati che questo dispositivo è obbligatorio. A stabilirlo è la normativa vigente attualmente nel nostro paese. Mi riferisco alla legge 124 del 2019. Parlo di una legge sancita dal Governo dell’ex Premier Conte. Sappi però che a stabilire l’obbligatorietà del POS per protestati è una legge ben più anziana. Mi riferisco alla legge 179 del 2012 approvata dal Governo Monti.

Adesso scommetto che ti starai chiedendo qual’è la differenza tra queste due leggi. La questione è che la norma approvata da Conte stabilisce pure la punizione riservata a coloro che non hanno rispettano verso questa disposizione. Invece nella legge voluta da Monti non veniva applicata alcuna sanzione disciplinare.

In questo caso la normativa varata da Conte stabilisce che i soggetti che non rispettano questa disposizione rischiano una multa di 30€. A questa sanzione si aggiunge un’ulteriore 4% calcolato sulla transazione non fatta.


Dal 1° Luglio non Cambia Nulla

Il 1° Luglio 2020 è una data molto importante. Dico così perchè l’articolo 23 del Decreto scritto da Conte ha provocato parecchie lamentele tra i commercianti nonché tra le relative associazioni di categoria. Di conseguenza si è deciso di posticipare l’attuazione di queste multe posticipandole al 1° Luglio 2020.

Scoccata la tanto attesa data non è accaduto alcunchè. Dico così perchè nella Primavera del 2020 il Coronavirus è sbarcato anche nel nostro paese. Tantissime attività hanno abbassato le saracinesche e buona parte di queste non hanno più riaperto. Dopodichè tra la fine del 2020 e i primi mesi del nuovo anno il Governo di Giuseppe Conte è andato a casa. Di conseguenza questa iniziativa legislativa è stata dimenticata.


2 – Quali Sono i Vantaggi?

Munirti di un POS per protestati non è qualcosa di negativo. Casomai si tratta una cosa di molto conveniente. Dico così perchè gli aspetti positivi superano di molto gli aspetti negativi. Di conseguenza munirti di un POS può realmente aiutare la tua attività. Sappi che il tuo intento di risparmiare sulle trattenute può costarti davvero molto.

Come evidenzia l’avvocato Angelo Greco nel filmato condiviso qui sopra se un cliente volesse pagarti tramite bancomat ma tu non sei capace di riscuotere questo tipo di pagamento il cliente ha il diritto di lasciare l’esercizio commerciale senza saldarti il conto. La persona può recarsi presso il primo sportello a riscuotere soldi in contanti. Oppure può anche recarsi a casa impegnandosi a ritornare da te a pagare il debito in contanti il giorno seguente.

Capisci che non avere un POS per protestati può esporti a dei pericoli molto importanti. Dico così perchè alcuni clienti potrebbero attuare atteggiamenti truffaldini con lo scopo di non pagarti quanto ti spetta. Se invece sei nella condizione di riscuotere immediatamente quanto ti spetta certamente potrai prevenire queste situazioni. Pertanto è molto meglio rinunciare ad un modesto 1% d’incasso che esporti al rischio di rinunciare il 100% di un pagamento.

Mi preme sottolineare inoltre che se non sei in grado di riscuotere pagamenti tramite bancomat questo limite può davvero farti fare brutta figura con i tuoi acquirenti. Dico così pochi sono i liberi professionisti che non dispongono di un POS. Poichè non avere questo dispositivo potrebbe irritare i tuoi clienti ti raccomando di prestare attenzione a tutelare con la massima risolutezza la buona reputazione della tua attività.


3 – Quanto Costa un POS?

Ci tengo adesso a parlare di prezzi.

Devi sapere che ogni dispositivo comporta diverse spese. Ogni azienda sancisce costi personali. Sicuramente sostenere dei costi è necessario poichè sul mercato non ci sono opzioni gratuite. In generale le tipologie di spese da subire sono quelle che riporto qui sotto.

Scopriamo immediamente quali sono.


Costi Iniziali

Ovviamente il primo costo da affrontare è quello iniziale. Non sempre questo costo è presente. Infatti il costo da sostenere per acquistare il dispositivo rappresenta soltanto poche briciole se rapportate con il reddito incassato attraverso le spese periodiche dovute ai canoni fissi o alle commissioni calcolate su ogni singola operazione. Di conseguenza le aziende manifestano pochissimo interesse in questo tipo di guadagno. Piuttosto il loro interesse è fortemente incentrato sui compensi di medio-lungo termine.

Solitamente la spesa iniziale di un POS per protestati è variabile poiché dipende molto dal modello di tuo interesse. Se desideri una soluzione basilare il costo ammonta sui 30€. Scegliendo invece per un dispositivo più avanzato è possibile sborsare anche più di 150€.


Canone Fisso

Ci sono pure canoni fissi che si sostengono in modo ciclico. Nel nostro caso mi riferisco ai costi da sostenere ogni mese indipendentemente dal transato che viene generato mensilmente. Certo è che non ci sono società che esigono sia un canone fisso a cui si aggiunge la percentuale sulla transazione.

Qual’è la soluzione più conveniente è qualcosa che dipende dal volume che generi mensilmente. Qualora incassi compensi tramite bancomat spesso allora in questo caso ti conviene optare per un modello con canone fisso. Viceversa è meglio optare per un pagamento calcolato sul transato.

Generalmente i dispositivi con canone fisso mensile hanno una spesa che si attesta sui 15-30€ ogni 30 giorni.


Commissioni sul Transato

Sicuramente questo è l’onere più pesante tra tutti. Tuttavia ci sono alcuni dispositivi veramente economici. Se scegli per un modello a basso costo subirai trattenute di un modico 1%. In caso contrario ci sono alcuni bancomat con trattenute possono ammontare ad un 2%.


4 – Miglior POS per Aziende Protestate?

Avere un POS è importante. Indispensabile è pure sostenere anche alcuni oneri. Sappi però che ridurre al massimo le spese è facile. Per far ciò puoi scegliere il tuo POS in maniera ben ponderata. Quando si compra un bancomat è doveroso considerare molti fattori.

Certamente è cosa saggia scegliere un modello di qualità. Dopodichè è pure importante optare per un modello commercializzato da una ditta che riconosce ai clienti un’assistenza eccelsa e veloce. Dopodichè tanto importante è pure il prezzo. Infatti in commercio ci sono POS molto costosi ma in commercio ci sono pure POS molto economici. A seguito di una scrupolosa analisi ho individuato alcuni POS molto rilevanti.

Cerchiamo di capire subito quali sono le loro qualità.


Axerve POS

Senza ombra di dubbio un POS per protestati veramente valido è il modello Axerve POS.

Le qualità degne di nota di questo modello sono diverse. Esso è estremamente intuitivo da utilizzare. Ti basta scartare il pacco ed inserire la SIM dentro lo slot. Nel pacco è presente anche il manuale con le informazioni. Tra l’altro ti ricordo pure che sul sito web ufficiale troverai la sezione che riporta i chiarimenti ai problemi più comuni. Così facendo è possibile risolvere in completa autonomia le problematiche più diffuse. Nel caso in cui questi tutorial non fossero risolutivi potrai usufruire un supporto personale attivo 7 giorni su 7.

Questo dispositivo funziona bene sia in 3G sia fisso. D’altra parte il dispositivo si aggancia alla rete del fornitore che assicura la copertura migliore della zona dove ti trovi. Dopodichè nel caso in cui nel luogo non ci dovesse essere copertura non ti devi preoccupare. Poichè esso si basa sulla tecnologia GPRS il dispositivo lo potrai usare lo stesso. Queste ragioni sono soltanto alcune delle svariate motivazione che fanno di questo bancomat uno dei più amati POS tra i commercianti.

Riguardo ai metodi di pagamento Axerve è compatibile con tutte le carte più comuni. Mi preme per esempio citare Mastercard, Visa, Maestro, Vpay e Pago Bancomat. Tra l’altro questo dispositivo supporta pure portafogli virtuali come Samsung Pay, Apple Pay e Google Pay. Inoltre ti ricordo che supporta anche la diffusissima carta prepagata Hype.

Relativamente al costo questo aspetto è il più importante tra tutti. Infatti Axerve è il POS più conveniente tra tutti. Optando per la soluzione con canone mensile la spesa oscilla tra i 15€ ed i 25€ al mese. Questa opzione è estremamente conveniente se il volume di transazioni annue si attestaa tra i 25.000 ed i 30.000€. Optando invece per la soluzione con trattenute queste ammontano soltanto ad un modesto 1%.

Per conoscere tutti i dettagli esplora la pagina di presentazione ufficiale di Axerve POS.


MyPOS

Sicuramente un’altro POS per aziende protestate veramente rilevante è il modello MyPOS.

Esso è un bancomat resistente poichè è fatto di materiale resistente ai danni. Anche se possiede questa caratteristica questo POS è molto maneggevole. Devi sapere che il catalogo MyPOS comprende diversi modelli di POS. Ovviamente quello più apprezzato è MyPOS GO. Parliamo di un modello Wi-Fi dal prezzo molto contenuto. Poichè si tratta di un modello portatile il dispositivo è esposto al rischio di danneggiamento molto più di un modello fisso. Ecco spiegato perchè questo dispositivo è realizzato con materiale resistente.

Il modello GO non possiede stampante integrata. Sappi però che questo non rappresenta un problema perchè tramite questo dispositivo puoi inviare scontrini digitali tramite SMS.

myPOS Trustpilot

Quando si desidera acquistare un POS è cosa buona mostare riguardo verso le testimonianze espresse dagli acquirenti che hanno avuto esperienza personale. Come puoi riscontrare dalla tabella estrapolata da Trustpilot il tasso di apprezzamento dei clienti è molto alto. Infatti il giudizio medio ammonta a 86 punti su 100.

MyPOS sviluppa diversi modelli. Il modello più economico è il modello GO. Costa 29€ IVA esclusa. Naturalmente questo dispositivo comporta anche delle trattenute calcolate su ogni transazione. Parliamo di commissioni che corrispondono ad un modico 1.2%. Finisco informandoti che comprando questo dispositivo avrai diritto ad un’anno di garanzia.

T’informo inoltre che la convenienza di questo Bancomat è ancora più forte quando esso è in promozione. Verifica la presenza di eventuali offerte attive oggi visitando la pagina di acquisto ufficiale di MyPOS.


SumUP

Se vuoi ordinare un POS per protestati dai costi ragionevoli un’altro dispositivo raccomandabile è il modello SumUP.

Questo POS è ovviamente uno dei più conosciuti anche perchè esso è molto pubblicizzato.

Esso accetta tutti i metodi di pagamento più diffusi. Per esempio menziono Mastercard, Maestro, Visa, American Express, Vpay e molto altro ancora.

L’azienda dispone di un catalogo con svariati modelli. Quelli più modesti comportano un prezzo iniziale di circa 29€ IVA esclusa. Altri POS migliori invece hanno un prezzo che sfiora anche ai 149€ IVA esclusa. Ti ricordo pure che la società riconosce all’acquirente il diritto di recesso da far valere entro 30 giorni. Se eserciti tale ripensamento entro i limiti stabiliti avrai diritto ad un rimborso completo.

SumUP è una società nota per la bontà dei suoi modelli. Inoltre dato che non vi sono costi fissi questo POS è particolarmente consigliato per gli esercenti che effettuano pagamenti tramite bancomat in modo occasionale. Le trattenute ammontano ad un 1.95%.

Per conoscere tutti i dettagli visita la pagina di vendita ufficiale di SumUP.


POS per Protestati – Conclusione

Finalmente adesso pure tu sei a conoscenza di qual’è la situazione.

Praticamente se non hai un un POS è doveroso cercare di adempiere a tale necessità al più presto. D’altra parte il POS è obbligatorio. A stabilire il fatto che il POS sia obbligatorio è una disposizione sancita dal Governo di Mario Monti nel 2012.

Inoltre comprare un POS è una cosa che può farti molto bene. Infatti essere nella condizione di riscuotere denaro utilizzando POS sicuramente rappresenta un potente sostegno per lo sviluppo del tuo progetto. Di conseguenza considero il dover subire commissioni un male minore. Dico così anche perchè scegliendo un bancomat in maniera ben ragionata certamente potrai diminuire le spese al minimo.

I tre POS da me suggeriti sono i più apprezzabili in Italia. Di conseguenza posso assicurarti che optando per uno di questi tre POS ti troverai parecchio bene. Le opinioni enunciate dagli utenti che questi modelli li hanno scelti è la conferma di tutto ciò.

Qui sotto puoi conoscere più in profondità le caratteristiche dei POS che mi preme consigliare.

Adesso che sai tutto sul POS per aziende protestate non mi resta che augurarti tanti soldi online!

Luca Catanoso

Luca Catanoso

Blogger

Sono uno sviluppatore di siti web e blogger esperto in affiliate marketing. Per molto tempo ho creduto nel Network Marketing. Ben presto ho compreso di aver combattuto per una causa sbagliata. Fortunatamente grazie al mio blog Soldionline.BIZ ho trovato qualcosa di meglio in cui credere. Sono vegano e ambientalista ed impiego la mia vita al servizio degli animali.

SOCIALIZZIAMO?

PAGINE

COSA FACCIO

LIBRO GRATUITO

FIRMA IL REFERENDUM

LEZIONI INGLESE ONLINE

banner sidebar corso inglese skyeng

MIGLIOR BROKER

Etoro Banner Sidebar

ATTIVA HYPE

MIGLIOR POS

Banner Sidebar Axerve Pos GIF

AMAZON BUSINESS

MIGLIOR HOSTING

CERCASI MODELLA

LIBRO GRATUITO

Scarica Anche tu Questo Illuminante Libro

Inserisci i tuoi Dati per riceverne una copia comodamente tramite mail.

Ti sei registrato correttamente. A breve riceverai il libro tramite mail. Se non lo trovi assicurati che non sia finito nella casella di posta indesiderata.

Copertina Libro Ebook PDF Regole

Scarica Anche tu Questo Libro

Scopri quali sono le 16 regole per portare al successo un business online. Inserisci i tuoi dati per avere accesso immediato a questo libro esclusivo e gratuito.

Ti abbiamo inviato il libro tramite mail. Se non lo trovi assicurati che non sia finito nella cartella di posta indesiderata.

Pin It on Pinterest