Senza ombra di dubbio la pubblicità su Facebook funziona. L’ importante è usarla in modo corretto.

Ovviamente molto dipende dal tuo tipo di business. In generale l’ ideale è usare Facebook come complemento ad altri strumenti di web marketing.

Sicuramente questo social possiede diverse caratteristiche interessanti.

Facebook è un social molto popolare. Solo in Italia si contano oltre 30 milioni di utenti che lo utilizzano regolarmente. Pertanto possiamo dire che una persona su due utilizza Facebook.

Inoltre con Facebook è possibile interagire con utenti targhettizzati. Sicuramente questa targhettizzazione è approssimativa. Infatti ci sono altri strumenti che permettono di targhettizzare in modo perfetto gli utenti. Tuttavia la possibilità di impostare un buon target rende Facebook utile per molte attività. Tra queste possiamo menzionare le attività locali, quelle online e molto altro ancora.

Inoltre un’ altro punto di forza di Facebook è la funzione di condivisione. Sfruttando in modo corretto questa funzionalità è possibile generare una grandissima visibilità in modo gratuito.

Nel corso dei prossimi paragrafi ti spiegherò tutto quanto nei minimi dettagli.

Vediamo quindi come procedere.


La pubblicità su Facebook funziona davvero?

Sicuramente la pubblicità su Facebook funziona. L’ importante è non incentrare il tuo business esclusivamente su questo social.

Infatti fare pubblicità su Facebook comporta dei costi che potrebbero rendere il tutto poco sostenibile.

Inoltre fare pubblicità con Facebook comporta anche dispendio di tempo. Nel momento in cui smetti di fare pubblicità anche la visibilità cessa di esistere.

Sono convinto che ci sono strumenti di gran lunga più efficaci di Facebook. Pertanto l’ ideale è concentrarti sulle cose che fanno davvero la differenza. Tuttavia utilizzando Facebook con equilibrio certamente potrai trarre beneficio.

Per far questo raccomando di usare questo social network come complemento ad un blog. Più precisamente raccomando di concentrarti almeno per il 90% sul blog mentre per il restante 10% sui social primo fra tutto Facebook. Infatti generalmente un business online può crescere benissimo anche solo con un blog.

Difficilmente si può crescere usando come unico pilastro i social network. Tuttavia accostare al tuo blog l’ utilizzo di Facebook certamente può aiutarti a crescere meglio.

Vediamo in che modo.


1 – Usa Facebook come complemento

La pubblicità su Facebook funziona se la utilizzi come complemento ad un blog. Ovviamente ogni business presenta delle caratteristiche specifiche. Pertanto non è possibile elencare tutte le possibili variabili.

Tuttavia in generale l’ ideale è usare Facebook come sorgente di traffico verso il proprio sito web. D’ altra parte tantissime persone utilizzano Facebook per pubblicizzare un’ attività online.

Chi fà business online deve per forza possedere un blog e lavorare molto bene sulla SEO. Pertanto concentrarsi per aumentare il traffico proveniente dai motori di ricerca è l’ unico strumento veramente indispensabile.

Tuttavia grazie a Facebook è possibile disporre di una sorgente di traffico aggiuntiva molto interessante.


2 – Viralità di Facebook

La pubblicità su Facebook funziona soprattutto se si sfrutta al massimo la viralità di questo social.

Infatti quando gli utenti vedono apparire nel proprio feed un post possono condividerlo. Senza ombra di dubbio la funzione di condivisione è la più potente in assoluto. Infatti la condivisione non è altro che pubblicità gratuita.

Questo fattore è utile sia per i post sponsorizzati sulla propria pagina Facebook sia per i post condivisi in modo organico su pagina, gruppi o bacheca personale.

Per sfruttare al massimo questo meccanismo è necessario pubblicare contenuti predisposti a diventare virali. In generale i contenuti che funzionano di più sono quelli con un grande impatto emotivo.

Per esempio se vuoi condividere su Facebook un articolo tratto dal tuo blog in cui spieghi come comprare su Amazon difficilmente andrai virale. Infatti gli articoli in cui spieghi come risolvere un problema tecnico funzionano bene nei motori di ricerca ma non sui social.

Se invece condividi una notizia bomba in cui parli di come Amazon nei prossimi anni spedirà pacchi a domicilio utilizzando droni volanti sicuramente puoi andare virale.

Facendoti qualche altro esempio poniamo il caso che tu abbia scritto un articolo in cui spieghi come verificare un account Youtube. Un contenuto di questo tipo non potrà mai andare virale.

Alcuni miei articoli virali sono quello in cui spiego in che modo la musica fa bene al cuore. Oppure un’ altro articolo bomba è quello in cui parlo dell’ uomo senza braccia e senza gambe che ha una moglie sana, bella e innamorata.

Condividendo contenuti predisposti a diventare virali potrai ottenere un grande beneficio anche senza investire in pubblicità a pagamento. Tuttavia grazie alla viralità potrai spendere 1€ e ottenere un riscontro 100 volte superiore.


3 – Costo per conversione basso

Fare pubblicità su Facebook funziona soprattutto se le campagne presentano un costo per conversione basso. Pertanto l’ efficacia delle inserzioni è strettamente legato ai costi da sostenere per ogni singola conversione. Di conseguenza è necessario prendere dimestichezza con questo strumento per riuscire ad ottenere il massimo spendendo il minimo.

Sicuramente è molto difficile proporre subito la vendita di un prodotto o servizio. Tuttavia con Facebook è possibile instaurare una comunicazione con gli utenti per socializzare e informare. In un secondo momento si può puntare alla vendita.

Ovviamente con Facebook è possibile creare svariate tipologie di annunci. I più popolari sono quelli volti ad aumentare la propria mail list o ad aumentare il numero di like alla pagina. Anche gli annunci con video sono molto utili.

Tutto dipende dal costo per conversione. Sicuramente una campagna per far crescere la pagina può presentare costi di conversione diversi. Se ogni like alla pagina costa dai 20 ai 30 centesimi le cose vanno male. Viceversa se si riesce a stare sotto i 10 centesimi per ogni conversione sicuramente è una buona prestazione. Riuscire addirittura a spendere dai 4 ai 6 centesimi per ogni like è una prestazione eccellente.

Per ottimizzare le inserzioni ci sono alcune linee guida da seguire.

Vediamo quali sono.


Ottimizzazione delle immagini

La pubblicità su Facebook funziona se si conoscono i meccanismi per creare inserzioni efficaci.

Sicuramente è opportuno sapere come utilizzare bene le immagini. Infatti molto spesso per creare un’ inserzione è richiesto l’ utilizzo di diversi elementi tra cui un’ immagine.

Ovviamente il modo migliore per usare immagini che convertono consiste nel fare dei test per individuare la migliore. Tuttavia è utile conoscere alcune linee guida per creare buone immagini.

Sicuramente bisogna utilizzare un’ immagine di qualità. Senza ombra di dubbio la piattaforma migliore dove prendere immagini professionali si chiama Pixabay.

Dopodichè è necessario editare queste immagini modificandone la dimensione e aggiungendo elementi testuali. Infatti le immagini più amate sono quelle di tipo motivazionale. Si tratta di immagini belle con una bella frase al loro interno. Funzionano molto bene gli aforismi celebri. L’ importante è che queste scritte non siano troppo grandi.

Per editare le immagini lo strumento più amato si chiama Canva. Una volta creata la tua immagine assicurati che il testo non sia troppo grande. Per far questo utilizza il Facebook Text Overlay.

Qui trovi un esempio di immagine motivazionale ottima per le inserzioni.


Ottimizzazione della didascalia

La pubblicità su Facebook funziona se si fa buon uso della didascalia. Infatti oltre ad una buona immagine è importante anche utilizzare una descrizione efficace.

Ovviamente anche in questo caso non è possibile conoscere in partenza quale sia la didascalia che converte di più. L’ unica conferma la può dare solamente un’ accurato split test.

Tuttavia anche in questo caso le didascalie più amate sono quelle motivazionali. Infatti utilizzando qualche frase celebre con un suono anche poetico è possibile emozionare gli utenti. Ovviamente tutto dipende anche dal tipo di business ovvero di prodotto o servizio venduto.


Split Test

Per fare pubblicità su Facebook che funziona sicuramente è importante creare buone immagini e una buona didascalia. Tuttavia per individuare l’ inserzione più performante bisogna per forza fare dei test.

Anzichè spendere 50€ in una singola inserzione è meglio spenderne 10€ su 5 varianti d’ inserzioni diverse. Infatti il costo di conversione per ogni inserzione è influenzato da fattori quali immagine, didascalia e target.

Se hai creato 5 belle immagini dovrai fare dei test per individuare quella che funziona di più. Per far questo dovrai creare 5 inserzioni diverse. Dovrai quindi tenere fissa la descrizione ed il target. Invece dovrai usare su ognuna di queste un’ immagine diversa.

Una volta finita la tua campagna ognuna di queste 5 inserzioni avrà un costo di conversione diverso. L’ immagine col costo più basso sarà quella migliore. Quindi mantienila e procedi testandola con altre variabili di didascalia. Infine testa anche il target.


4 – Lead Generation

Certamente la pubblicità su Facebook funziona. Tuttavia difficilmente si trovano persone pronte ad acquistare subito il tuo prodotto o servizio.

Pertanto chi fà business online utilizza le inserzioni per fare Lead Generation. Se ancora non lo sai la Lead Generation è l’ insieme di quelle attività volte ad acquisire il contatto di un potenziale cliente.

Sicuramente più volte ti è capitato di visualizzare annunci su Facebook in cui ti veniva offerto un contenuto gratuito in cambio della tua mail. Alcuni esempi di contenuto sono un webinar, minicorso, un e-book o qualcosa di simile.

Se ti sei iscritto nei giorni successivi avrai anche ricevuto delle mail automatizzate. Queste mail hanno come scopo quello di socializzare ed informarti. Solamente in un secondo momento il venditore cerca di farti un’ offerta per venderti il suo prodotto o servizio.

Similmente pure tu puoi fare questo. Sicuramente è una delle strategie più efficaci. Per far questo ovviamente hai bisogno di un buon sito web. Se non c’è l’ hai o non sai come crearlo leggi la mia guida in cui spiego come creare un sito con WordPress.

Dopodichè potrai anche creare le tue Landing Page da mettere in evidenza con le Facebook Ads. Puoi visionare un esempio di Landing Page creata da me a questo link.

Una volta catturata la mail del visitatore potrai iniziare a fare Email Marketing. Per far questo dovrai utilizzare appositi software con cui mandare mail automatizzate.


5 – Usare le inserzioni per attività locali

La pubblicità su Facebook funziona anche per le attività locali. Ovviamente bisogna integrare alle inserzioni una buona strategia complementare.

Sicuramente è utile avere un sito web. Tuttavia è importante anche gestire bene la pagina Facebook. Questo succede per due principali motivi.

Se hai un attività locale puoi creare annunci rivolti a coloro che abitano entro una certa distanza dalla tua attività. Inoltre puoi scegliere anche il sesso nonchè l’ età.

Sicuramente è utile usare l’ inserzione per far crescere la tua pagina. Infatti ti farà molto bene avere un pubblico vasto di persone che ti seguono su Facebook e che risiedono nei pressi della tua attività. Tuttavia una volta che queste persone mettono like alla tua pagina dovrai fare una bella figura con loro. Per far questo dovrai gestire la tua pagina nel migliore dei modi.

Inoltre con Facebook puoi fare lead generation e catturare il contatto mail di numerose persone che risiedono nei paraggi della tua attività. Se organizzerai un evento o se partorirari qualche offerta potrai con pochi click inviare una mail a numerose persone targhettizzate.


Fare pubblicità su Facebook che funziona – Conclusione

Senza ombra di dubbio la pubblicità su Facebook funziona. Tuttavia bisogna saperla fare in modo efficace. Se seguirai queste dritte certamente potrai utilizzarle nel migliore dei modi.

Al riguardo mi preme sottolineare ancora una volta l’ importanza di avere un sito web. Infatti difficilmente potrai andare lontano utilizzando la pagina come unico pilastro del tuo business.

Prima di lasciarti voglio ricordarti che per qualsiasi chiarimento puoi prendere contatto con me attraverso questo link. Se invece vuoi ricevere risposte a domande specifiche sentiti libero di usare l’ area commenti a fine articolo.

Non mi resta che augurarti buona pubblicità!


Luca
Luca

Nel 2016 subisco una truffa telefonica. Dopodichè apro il blog SoldiOnline.BIZ per far comprendere alle persone che fare Marketing Online in completa autonomia si può. Se non fossi stato truffato questo blog non sarebbe mai nato. E' proprio vero che non tutti i mali vengono per nuocere. Non vedo l' ora di subire una nuova truffa!

Lascia il tuo commento

La tua mail non verrà pubblicata