Se ancora non sai quanto costa aprire un blog di cucina tra poco lo scoprirai! Infatti nel corso di questo articolo ti spiegherò quali sono le spese per aprire un progetto online basato sulla pubblicazione di ricette sul tuo blog.

Francamente non mi sorprende che tu stia cercando informazioni al riguardo. D’ altra parte negli ultimi anni il mondo del lavoro si è evoluto molto. Infatti grazie ad internet oggi è possibile guadagnare in modi impensibili fino a qualche anno fa. Uno di questi è proprio la pubblicazione di articoli sul blog.

Praticamente il blog è uno strumento che ti permette di aumentare la tua visibilità. Più grande sarà questa visibilità e maggiori saranno le probabilità di guadagnare. Infatti l’ attività di blogging consiste nel pubblicare frequentemente articoli. Ogni articolo ti permette di aumentare le visite mensili. Maggiori sono le visite e maggiore è la tua visibilità.

Avere tanta visibilità significa avere un potenziale pubblicario molto alto. Con questa pubblicità potrai favorire la vendita di prodotti o servizi altrui in cambio di commissioni automatiche.

Se in un primo momento può essere sensato chiederti quanto costa aprire un blog di cucina in un secondo momento questo quesito può diventare irrilevante. Infatti lavorando bene potrai ben presto percepire introiti che ti permetteranno di coprire tutti i costi iniziali nonchè i costi fissi. Quello che verrà dopo sarà guadagno netto.

Se lavorerai bene potrai anche guadagnare cifre importanti. Non è un caso che tempo fa ho pubblicato un articolo in cui spiego come guadagnare online seriamente. In quell’ articolo ho menzionato diverse attività. Fare blogging è una di queste.

Vediamo quindi come procedere.


Quanto costa aprire un blog
di cucina

Se vuoi sapere quanto costa aprire un blog di cucina ci sono alcune cose che mi preme sottolineare. Praticamente ci sono alcuni costi fissi e costi iniziali.

Se vuoi diventare un blogger di successo e guadagnare devi essere ben agguerrito. Infatti in questa nicchia ci sono concorrenti che lavorano molto bene da molto tempo. Pertanto aprendo un blog oggi se vuoi competere con loro devi ottimizzare la tua attività nel migliore dei modi.

Sicuramente per far ciò è necessario anche creare un blog professionale. Con un blog tecnicamente competitivo e con un lavoro intenso di pubblicazione di articoli certamente potrai spopolare in questa nicchia.

Ti assicuro che i costi sono davvero irrisori. Infatti se vuoi optare per una soluzione veramente professionale più che altro i costi rilevanti sono quelli iniziali. Dopodichè ti rimarrano solamente costi fissi veramente esigui.

Vediamo quindi quali sono i costi da sostenere.


1 – WordPress.ORG

Se vuoi comprendere quanto costa aprire un blog di cucina il primo costo che mi preme menzionare è quello del CMS.

Praticamente per mandare online un blog professionale devi innanzitutto usare strumenti che ti permettano di creare il tuo sito. In circolazione troviamo diversi strumenti utili a tal fine. Alcuni di questi sono Wix, WordPress.COM e molti altri ancora.

Forse potresti pensare che uno strumento valga l’ altro. In realtà non è affatto così. Infatti senza ombra di dubbio lo strumento migliore per creare blog professionali si chiama WordPress.ORG.

Si tratta del CMS più utilizzato al mondo. Oltre ad essere lo strumento più efficace, WordPress.ORG è anche uno strumento gratuito. Pertanto ti raccomando vivamente di creare il tuo sito utilizzando WordPress.ORG


2 – Costo Hosting e Dominio

Per comprendere quanto costa un blog di cucina sicuramente il primo costo fondamentale è quello per Hosting e Dominio.

Come detto pocanzi il CMS migliore per creare un blog professionale è WordPress.ORG anche perchè è gratuito. Tuttavia per poterlo installare è necessario acquistare uno spazio hosting.

Praticamente lo spazio hosting è un piano che ti permette di ospitare il tuo sito web. D’ altra parte un sito è come un grande file che in quanto tale occupa spazio. Affinchè il tuo sito sia visibile sul web hai bisogno di noleggiare dei server che lo ospitano.

L’ acquisto di un hosting avviene in concomitanza con l’ acquisto del dominio. Il dominio è il nome del sito tipo www.esempio.it. Solitamente acquistando un piano hosting il dominio è gratuito.

Come sottolineo nel mio articolo in cui spiego come creare un buon sito web sicuramente è opportuno acquistare un piano hosting valido. Quando si parla di hosting gli italiani se la cavano molto bene. Infatti in Italia ci sono aziende estremamente valide.

Nel mio articolo in cui parlo dei migliori hosting italiani elenco 5 soluzioni grandi nella qualità e piccole nel prezzo. Tra queste mi preme suggerirti innanzitutto Keliweb o ServerPlan.

Ogni soluzione presenta costi differenti. Alcune di queste ti permettono di acquistare più annualità in anticipo per beneficiare di uno sconto. Tuttavia in generale posso dirti che è prezzi partono dai 30€ all’ anno ed in caso di esigenze particolare alcuni piani possono costare anche 100€ ogni anno.


3 – Costo del tema

Se vuoi scoprire quando costa aprire un blog di cucina certamente un altro costo importante è quello del tema.

Praticamente il tema definisce la struttura nonchè l’ aspetto grafico del tuo sito. Se vuoi aprire un blog di cucina e vuoi farlo nel migliore dei modi certamente devi acquistare un tema professionale.

Come detto pocanzi aprire un blog veramente professionale in completa autonomia ti permette di risparmiare tantissimi soldi. Infatti delegare questo compito ad un professionista può costare anche più di 1000€ in manodopera. Optando per la creazione autonoma ti basta comprare il materiale.

Un tema professionale in quanto a pagamento ti permette di ricevere l’ assistenza gratuita degli sviluppatori. Grazie a questa assistenza potrai farti guidare via mail nella creazione del sito passo dopo passo.

Molte persone scelgono di comprare tutto l’ occorrente acquistando il pacchetto venduto su Elegant Themes.

Questo pacchetto oltre a vendere svariati temi che puoi usare in modo illimitato offre anche diversi plugin molto utili. Elegant Theme offre due soluzioni. La prima consiste nel pagare 89$ ogni anno. La seconda consiste nel pagare 249$ solo una volta.

Il bello di questo servizio è che una volta acquistato il pacchetto potrai utilizzarlo in modo illimitato su siti illimitati. Pertanto se durante la tua avventura di blogger conoscerai qualche persona che vorrà seguire le tue orme potrai fornirle il materiale sfruttando la tua licenza. Attraverso questo escamotage potrai recuperare i soldi investiti girando il conto a qualcun altro.

Trovi tutti i dettagli dell’ offerta a questo link.


Quanto costa aprire un blog
di cucina – Conclusione

Finalmente pure tu sai quanto costa aprire un blog di cucina.

Il prezzo dipende da diversi fattori. Sicuramente i costi indispensabili sono quelli per il piano hosting e per il tema professionale.

Ipotizzando di spendere 50€ all’ anno per l’ hosting rimane da aggiungere il costo per il tema. La maggior parte dei blogger acquista il Kit venduto su Elegant Themes.

Come detto pocanzi optando per il pagamento annuale il costo del Kit ammonta ad 89$ ogni anno. Quindi sommando i 50€ di hosting agli 80€ del Kit vengono fuori circa 130€ all’ anno.

Tuttavia se sceglierai di acquistare la soluzione Una Tantum da 249$ dovrai pagare circa 280€ il primo anno mentre dal secondo anno in poi solamente 50€. Inoltre ti ricordo che tra le varie soluzioni hosting menzionate ci sono alcune soluzioni che costano anche 30 o 40€ all’ anno.

Per qualsiasi chiarimento sentiti libero di contattarmi a questo link.

Ora non mi resta che augurarti buon blogging!

Condividi

Luca
Luca

Sono un consulente di marketing online, sviluppatore di siti web nonchè blogger esperto di affiliazioni. Ho aperto il mio blog SoldiOnline.BIZ per far comprendere alle persone che fare Marketing Online in completa autonomia si può. Un tempo credevo nella bontà del Network Marketing. Successivamente mi sono ricreduto. Fortunatamente grazie al mio blog ho trovato qualcosa di meglio in cui credere. Sono ambientalista, vegano nonchè animalista convinto ed impiego la mia vita al servizio degli animali.

Lascia un Commento

Your email address will not be published.