In questo articolo voglio parlarti della tecnica dei Loci Ciceroniani ed in particolare desidero spiegarti come funziona. Infatti, insieme alle mappe mentali la tecnica dei Loci è il metodo di memorizzazione più efficace in assoluto.

Questa strategia di apprendimento prende il nome da Cicerone, un grande esponente politico dell’ antica Roma vissuto nel I° secolo a.C
Fu proprio lui il primo a fare uso di questa tecnica.

Pertanto questo metodo è un metodo molto antico. Infatti mentre le mappe mentali sono state scoperte solamente dal 1970 in poi, i Loci Ciceroniani hanno più di 2000 anni di storia !

Nel corso di questo articolo ti spiegherò tutto quello che nessuno vuole farti sapere e che devi assolutamente conoscere sui Loci Ciceroniani !

Pertanto mettiti comodo e ascoltami attentamente !


Tecnica dei Loci.
Come funziona questa tecnica?

Adesso voglio parlarti della Tecnica dei Loci e voglio spiegarti come funziona questo potentissimo metodo di memorizzazione.

Cicerone si accorse che per memorizzare bene i concetti è necessario trasformare le parole in immagini. Questa scoperta venne fatta quando ancora non esistevano degli studi scientifici. Negli ultimi decenni, le recenti scoperte nel campo dell’ apprendimento confermano la validità della tecnica di Cicerone.

Cicerone ha ottenuto un grande beneficio da questa intuizione. Lui fu un grandissimo oratore e la sua capacità di fare lunghissimi discorsi senza appuntare nulla sorprese i romani dell’ epoca.

Questa tecnica ha dei punti in comune con le mappe mentali. Infatti entrambe questi metodi si basano sull’ associazione tra concetti e immagini. La differenza più importante è che la Tecnica dei Loci non comporta l’ utilizzo di supporti cartacei o digitali ove riportare il contenuto da memorizzare. Infatti nei Loci Ciceroniani l’ unico supporto è la mente stessa.

Ma andiamo al sodo e vediamo qualche esempio pratico.


Metodo dei Loci Ciceroniani. Ecco un esempio

Per spiegarti bene come funziona la Tecnica dei Loci mi preme farti qualche esempio. Sicuramente questo metodo è decisamente diverso dal tradizionale “Leggi e Ripeti“. Infatti, il metodo dei Loci Ciceroniani si basa sul principio secondo cui per memorizzare dei concetti è necessario estrapolare le parole chiave degli stessi.

Praticamente le parole chiave sono degli input che ci fanno venire a mente un concetto intero.

Per memorizzare queste parole chiave è necessario trasformarle in immagini. Dopo questa trasformazione è altrettanto importante memorizzare la sequenza di ciascuna di queste parole. Per far questo Cicerone, associava queste immagini ai vari elementi che incontrava camminando lungo un percorso che lui conosceva bene.

Conoscendo un determinato percorso a memoria nonchè i relativi elementi, Cicerone riusciva a ricordare la sequenza esatta delle parole chiave.

Per farti capire meglio questo concetto voglio farti un’ esempio.


Tecnica dei Loci – Esempio

Riguardo alla Tecnica dei Loci mi preme farti un esempio. Immagina di essere Cicerone e di recarti al foro di Roma per presentare al pubblico un progetto per la città di Roma.

Nel tuo discorso devi parlare di questi argomenti in ordine cronologico:

  1. Tasse
  2. Terme
  3. Colosseo
  4. Schiavi
  5. Guerra
  6. Porto

Durante il tragitto per raggiungere il foro incontri i seguenti elementi:

  1. Ruscello
  2. Ponte
  3. Alberi
  4. Rovine
  5. Pascolo
  6. Monumenti

La tecnica dei Loci consiste nel trasformare le 6 parole chiave in immagini ed associare ciascuna di queste ai 6 elementi incontrati durante il percorso.

  1. Tasse – Ruscello. Immagina una fila continua di persone coi soldi in mano (Tasse) che vengono trasportate impotenti dalla corrente dell’ acqua (Ruscello).
  2. Terme – Ponte. Immagina tante persone immerse nell’ acqua calda (Terme) che anzichè uscire dalla vasca utilizzando un’ apposita scaletta, alzano le braccia e si sollevano appoggiandosi ad un ponte sospeso sopra la vasca (Ponte).
  3. Colosseo – Alberi. Immagina di trovarti nella parte interna del Colosseo e di guardarti attorno cercando di interagire con gli spettatori (Colosseo). Purtroppo non riesci a vederli perchè la tua visibilità è ostacolata da numerosi alberi piantati da qualche idiota che ha avuto la brillante idea di trasformare l’ interno del Colosseo in un’ area verde (Alberi).
  4. Schiavi – Rovine. Immagina di incatenare una massa di persone (Schiavi) ai monumenti distrutti affinchè facciano da guardia (Rovine).
  5. Guerra – Pascolo. Immagina tanti uomini armati (Guerra) che invece di combattere si sono armati solamente per tenere a bada una mandria di animali che possono brucare la loro erba nel rispetto delle regole (Pascolo).
  6. Immagina una schiera di navi arenate (Porto) che anzichè imbarcare casse di viveri vengono riempite di grandi blocchi di pietra da trasportare e riassemblare una volta giunti a destinazione (Monumenti).


Conclusione


Finalmente anche tu hai compreso come funziona la Tecnica dei Loci. Insieme alle mappe mentali i Loci Ciceroniani sono il metodo di memorizzazione migliore in assoluto. Infatti non solo è decisamente migliore della lettura e ripetizione ossessiva di un testo, ma è anche di gran lunga migliore di una banale mappa concettuale.

Con un po di pratica anche tu potrai ben presto padroneggiare questa potentissima tecnica. Tuttavia per farti comprendere meglio il funzionamento di questo metodo ho pensato di condividere assieme a te una spiegazione in formato video.

Qui troverai soprattutto altri esempi utili per perfezionare questa tecnica. Pertanto ascolta anche tu la spiegazione di uno dei più grandi esperti di memoria.


Luca
Luca

Nel 2016 subisco una truffa telefonica. Dopodichè apro il blog SoldiOnline.BIZ per far comprendere alle persone che fare Marketing Online in completa autonomia si può. Se non fossi stato truffato questo blog non sarebbe mai nato. E' proprio vero che non tutti i mali vengono per nuocere. Non vedo l' ora di subire una nuova truffa!

Lascia il tuo commento

La tua mail non verrà pubblicata