Temi gratuiti per WordPress. Perchè sono sconsigliati?

da | 29 Set 2018 | CMS, Digital Marketing, Strumenti Sito, Strumenti Web Marketing

I temi gratuiti per WordPress sono disponibili in grande quantità sia all’ interno della dashboard sia in altri siti esterni. Se sei alla ricerca di un tema, sicuramente hai un sito web e magari hai iniziato a realizzarlo da poco. Magari hai anche letto la mia guida in cui illustro passo per passo come realizzare un sito web con WordPress.

In quella guida ho spiegato dopo aver installato WordPress, il passo successivo da compiere consiste nell’ installare un tema. La scelta del tema è una dei primi passi da fare ed è anche uno dei passi più importanti. Optando per un tema gratuito potresti farti davvero molto male.

Non importa se vuoi creare il tuo sito web per fini amatoriali oppure professionali. In entrambi i casi installare un tema gratuito è un grave errore. Se poi vuoi fare business e pensi di usare un tema gratuito allora l’ errore diventa ancora più clamoroso. E’ davvero folle compromettere il proprio successo in partenza pur di risparmiare la modica cifra di 50€.

Ma non voglio star qui a spiegarti il cosa. D’ altra parte spiegare il perchè è ancora più importante.

Quindi adesso presta qualche minuti di attenzione e prendi appunti. A breve troverai la risposta ad uno dei quesiti più frequenti nel mondo di WordPress.


Temi gratuiti per WordPress
e le loro limitazioni

I temi gratuiti hanno numerose limitazioni. Infatti gli effetti collaterali di un tema free sono diversi e riguardano la loro sicurezza, le loro prestazioni e anche il loro costo. Ebbene si ! Optare per un tema gratuito è la scelta più costosa di tutte e dato che neanche a te piace buttare via soldi scegliere un tema premium è la decisione più efficace ed economica. Nei prossimi paragrafi ti spiegherò il perchè.


Temi gratuiti e pericolo d’ infezione !

I temi gratuiti per WordPress comportano problemi che vanno ben oltre le prestazioni. Infatti nei temi free il rischio di infezione da virus è un rischio concreto. Queste soluzioni gratuite possono nascondere codici dannosi che possono compromettere la sicurezza del tuo PC e del tuo sito web.

Possiamo pertanto dire che i temi gratuiti sono dei “cavalli di troia” che hacker pericolosi utilizzano per compiere operazioni che possono danneggiarti seriamente.

Sai bene che i temi gratuiti possono essere installati direttamente dalla directory di WordPress. Inoltre puoi anche scaricarli da siti terzi e installarli sul tuo sito attraverso un file zip.

Tra le due opzioni mi preme sconsigliarti entrambe, ma se proprio hai la testa dura e vuoi farti male allora la scelta meno peggiore è quella di cercarli direttamente nella directory di WordPress.

Per fare questo ti basterà andare su Aspetto>Temi.

Quindi procedi utilizzando lo strumento di ricerca tema messo a disposizione da WordPress.


Temi gratuiti e pericolo di denuncie!

Un’ altro problema legato ai temi gratuiti per WordPress è il pericolo di essere denunciati.

Infatti, sul web è possibile trovare temi gratuiti da installare sul tuo sito web. Il problema è che alcuni di questi temi sono temi premium (a pagamento) che però in maniera illegale vengono distruiti gratuitamente attraverso siti terzi.

L’ installazione di questi temi premium a titolo gratuito rende passibile di denuncia anche coloro che inconsciamente hanno installato questi temi.

Ovviamente questo problema non succede se installi un tema gratuito prendendolo direttamente dalla libreria di WordPress !


Temi gratuiti e contenuti indesiderati!

Un’ altro problema dei temi gratuiti per WordPress è che vengono “donati” dagli sviluppatori in cambio di qualcosa. I soldi non sono l’ unico strumento di pagamento. Infatti, un’ altro metodo di pagamento può essere la pubblicità.

Pensa per esempio a WordPress.com. Nell’ articolo in cui ho parlato della differenza tra WordPress.org e WordPress.com ho spiegato che con WordPress.com c’è la possibilità di creare un blog a costo zero.

Il problema è che all’ interno del tuo blog vengono inseriti spazi pubblicitari appartenenti a terzi. Oltre a non poter monetizzare la pubblicità presente sul “tuo” sito, non ti è concesso neanche rimuovere questa pubblicità. L’ unico modo per rimuoverla è usare un piano a pagamento !

Stesso discorso vale per i temi da installare su WordPress.org

Su alcuni temi sono presenti dei banner pubblicitari che hanno come scopo quello di far monetizzare il concessionario del tema. Alcune volte certi banner promuovono contenuti imbarazzanti che potrebbero macchiare la tua reputazione.


Temi gratuti. I più costosi di tutti!

Sicuramente conosci il detto “chi più spende meno spende“. Questo principio è valido anche per i temi gratuiti per WordPress. Infatti, il prezzo da pagare per avere un tema gratuito è davvero molto salato !

WordPress, i plugin e gli hosting sono in continuo aggiornamento. Di conseguenza anche i temi devono essere aggiornati frequentemente. Se ciò non avviene le incompatibilità aumentano sempre di più fino a rendere il tuo sito inutilizzabile.

Putroppo i temi gratuiti non vengono aggiornati nel modo giusto. Per supplire a questa mancanza l’ unico modo è ingaggiare uno sviluppatore che effettui periodicamente tutte le modifiche necessarie per mantenerlo aggiornato. Il costo di questo servizio ammonta a qualche centinaio di euro e questo onere dev’ essere sostenuto almeno 1 volta ogni 1-2 anni.

Se invece scegli un tema premium, l’ investimento di 30-70€ da sostenere una volta sola ti assicurano aggiornamenti gratuiti a tempo indefinito !

Considerando tutto ciò qual’è la scelta più conveniente ? Il tema gratuito o il tema a pagamento ?


Temi gratuiti con scarse prestazioni

Un altro motivo che mi spinge a sconsigliarti i temi gratuiti per WordPress riguarda le scarse prestazioni.

Infatti se hai letto il mio articolo in cui spiego come scegliere un buon tema WordPress i motivi già li conosci.

Se vuoi raggiungere il successo online hai bisogno di una strumentazione di base e tanto tempo da dedicare per scrivere con regolarità contenuti di qualità.

Usare una buona strumentazione di base significa usare un buon Hosting, un buon tema, uno strumento per creare landing page ed un autorisponditore. Pertanto se anche solo uno di questi strumenti viene a mancare, la possibilità di raggiungere i tuoi obbiettivi viene minacciata seriamente.

Un tema gratuito difficilmente ha i requisiti di qualità raccomandati a chi vuole fare le cose seriamente.

Vediamo quali sono questi requisiti.

  1. Velocità
  2. Alta personalizzazione
  3. Seo friendly
  4. Codice pulito
  5. Responsive

Questi fattori hanno diverse ripercussioni negative soprattutto sulla SEO. Essere penalizzati lato SEO significa rinunciare ad un buon quantitativo di traffico gratuito e ben targhettizzato.


Assistenza inesistente

Un’ altra pecca dei temi gratuiti è legata all’ assistenza inesistente o poco efficiente.

Infatti, gli sviluppatori dei temi gratuiti hanno fatto un sacrificio per donarti un tema gratuito. Se poi pretendi di sottrarre loro anche tempo ed energie per l’ assistenza allora tutto ciò risulta insostenibile.

Ma soprattutto può essere imbarazzante anche per te prendere contatto con loro visto che non sei manco un loro cliente.

D’ altra parte il problema non si pone perchè gli sviluppatori dei temi gratuiti omettono i loro metodi di contatto rendendosi molto spesso invisibili. Altrimenti offrono supporto attraverso banali forum che come sai lasciano il tempo che trovano.


Conclusione

Divi WordPress Theme

Scegliere di usare temi gratuiti per WordPress è una scelta poco saggia. Risparmiare qualche decina di euro può recare un grande danno alle tue possibilità di crescita. Questo non è il mio pensiero bensì una verità oggettiva sostenuta anche da fonti autorevoli.

Nell’ articolo in cui spiego dove comprare un tema professionale illustro nei dettagli quali sono le migliori piattaforme dove acquistare temi premium al miglior rapporto qualità prezzo.

Quindi perfavore fatti un favore. Sii saggio perchè c’è in ballo il tuo futuro.

Devo essere io a preoccuparmi del tuo futuro ?

GLI ARTICOLI PIU’ POPOLARI

Luca Catanoso
Luca Catanoso

Blogger Vegano

Luca si avvicina al mondo del business online nel 2016 facendo Network Marketing. Per sua sfortuna entra a far parte di un’azienda piramidale subendo inevitabilmente dei gravi danni morali e patrimoniali.

Dopodichè cerca di rimediare al danno cambiando azienda. Anche se la nuova azienda con cui  collabora è seria le cose non migliorano di molto. Capisce quindi che per risolvere il problema bisogna cambiare business.

Nel 2018 sceglie di diventare un blogger professionista. Dopo soli tre anni di attività riesce a raggiungere la libertà finanziaria portando al successo il suo blog Soldionline.BIZ.

La sua storia è partita molto male ma alla fine si è conclusa con un bellissimo lieto fine. Col suo corso per diventare blogger sta aiutando numerose persone a riscattarsi da questa tristissima illusione di guadagno.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora lascia un commento!

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SOCIALIZZIAMO?

PAGINE

COSA FACCIO

12 Buoni Motivi per Giocare ai Videogiochi

Inserisci qui sotto i tuoi dati per ricevere comodamente tramite mail una copia di questo PDF estremamente illuminante.

Trattamento Dati Personali

La registrazione è avvenuta con successo. Apri il tuo client di posta elettronica e clicca sulla mail che ti abbiamo inviato. Se non trovi la mail controlla nello spam.

5 Buoni Motivi per NON Fare Network Marketing

Inserisci qui sotto i tuoi dati per ricevere comodamente tramite mail una copia di questo PDF estremamente illuminante.

Trattamento Dati Personali

La registrazione è avvenuta con successo. Ti abbiamo inviato una mail. Se non la trovi controlla nello spam.

5 Buoni Motivi per Guadagnare con il Porno

Inserisci qui sotto i tuoi dati per ricevere comodamente tramite mail una copia di questo PDF estremamente illuminante.

Trattamento Dati Personali

La registrazione è avvenuta con successo. Apri il tuo client di posta elettronica e clicca sulla mail che ti abbiamo inviato. Se non trovi la mail controlla nello spam.

5 Buoni Motivi per NON Fare Network Marketing

Inserisci qui sotto i tuoi dati per ricevere comodamente tramite mail una copia di questo PDF estremamente illuminante.

Trattamento Dati Personali

La registrazione è avvenuta con successo. Apri il tuo client di posta elettronica e clicca sulla mail che ti abbiamo inviato. Se non trovi la mail controlla nello spam.

REGISTER YOUR SPOT NOW

Enter your information below to start making progress on your guitar right away.

You have Successfully Subscribed!

5 Metodi per Guadagnare Online con il Porno

Inserisci qui sotto i tuoi dati per ricevere comodamente tramite mail una copia di questo PDF estremamente illuminante.

Consenso al Trattamento dei Dati Personali

La registrazione è avvenuta con successo! Ti abbiamo inviato una mail. Se non la trovi controlla nello spam!

Scarica Subito Questo PDF sul Network Marketing

Inserisci qui sotto i tuoi dati per ricevere anche tu una copia di questo interessantissimo caso di studio.

Trattamento Dati Personali

La registrazione è avvenuta con successo. Apri il tuo client di posta elettronica e clicca sulla mail che ti abbiamo inviato. Se non trovi la mail controlla nello spam.

Scopri l'esito dell'Inchiesta che Selvaggia Lucarelli ha svolto verso gli Unstoppable

Inserisci qui sotto i tuoi dati per avere accesso ai 4 post che la giornalista ha pubblicato sulla sua Pagina Facebook. Registrandoti potrai anche leggere la sentenza dell'Antitrust ed avere accesso al gruppo Facebook della coalizione Anti Network Marketing.

Trattamento Dati Personali

La registrazione è avvenuta con successo. Apri il tuo client di posta elettronica e clicca sulla mail che ti abbiamo inviato. Se non trovi la mail controlla nello spam.

5 Buoni Motivi per NON Fare Network Marketing

Scopri perchè è molto più conveniente pulire cessi che fare Network Marketing scaricando il PDF!

Trattamento dati personali

La registrazione è avvenuta con successo. Apri il tuo client di posta elettronica e clicca sulla mail che ti abbiamo inviato. Se non trovi la mail controlla nello spam.

Pin It on Pinterest