Voci di corridorio evidenzavano da tempo che Xbox Scarlett supporterà il Ray Tracing grazie alla sua potente scheda video nonchè alle altre componenti hardware.

Queste voci oggi trovano riscontro da altri dettagli emersi qualche tempo fà. Ovviamente la maggior parte delle informazioni riguardanti la nuova console di Microsoft sono semplici supposizioni. Infatti non vi è nulla di ufficiale riguardo alle caratteristiche della console di nona generazione prodotta dal colosso statunitense.

Quel che è certo è che Playstation 5 supporterà il Ray Tracing. Altrettanto certo è che per Microsoft non è affatto semplice contendere col colosso giapponese. Pertanto l’ azienda di Bill Gates non può in alcun modo permettersi di rinunciare a questa importante rivoluzione nel mondo della grafica dei videogiochi. Altrimenti si rischierebbe un nuovo flop proprio come quello avvenuto con Xbox One.

Infatti sino ad oggi la console dell’ attuale generazione ha venduto solamente 43 milioni di unità. C’è un grande divario se consideriamo che la rivale giapponese ha venduto sino ad oggi oltre 96 milioni di copie.

Fortunatamente Microsoft sembra intenzionata a rimettersi in pista più agguerrita che mai. Dalle ultime novità su Xbox Scarlett emergono particolari incoraggianti. Infatti Microsoft sembra decisa a sfidare a testa alta la sua concorrente. Per far questo l’ azienda del miliardario Bill Gates stà sviluppando una console estremamente potente. Tutto ciò si ripercuote in un coinvolgimento nonchè in un realismo senza precedenti.

Vediamo quindi quali sono le caratteristiche della scheda video di Xbox Scarlett nonchè le altre componenti della nuova console.


Xbox Scarlett e Ray Tracing

E’ certo che Xbox Scarlett supporterà il Ray Tracing. Altrettanto certo è che il colosso statunitense lancierà sul mercato due varianti di console.

Se hai letto il mio articolo in cui dell’ uscita e del prezzo della nuova console Microsoft dovresti già sapere come stanno le cose. Praticamente l’ azienda lancerà una versione base ed una versione avanzata. La prima si chiama Lockhart mentre la seconda si chiama Anaconda.

Le due console hanno sicuramente dei punti in comune. Per esempio entrambe avranno in comune lo stesso processore. Si tratta di un AMD Zen 2 a 8 core con processo produttivo a 7 nanometri.

Per quanto riguarda la RAM il modello economico monterà 12GB. Invece Anaconda ne avrà 16 oppure 24. Entrambe però saranno RAM di tipo GDDR6. Si tratta di un modello più avanzato rispetto alle attuali GDDR5 presenti su Playstation 4 e Xbox One.

Anche la scheda video di Xbox Scarlett sarà la medesima su entrambe le console. Infatti sia Lockhart che Anaconda monteranno una Vega con architettura AMD Navi e con processo produttivo a 7 nanometri. L’ unica differenza è che la prima svilupperà una potenza massima di 4 Teraflop. La seconda invece svilupperà almeno 12 Teraflop. Nonostante questo divario possiamo stare certi che entrambe le console supporteranno il Ray Tracing.

Altrettanto certo è che proprio come Sony anche Microsoft monterà sulle nuove console un disco allo stato solido SSD. Così facendo la console Scarlett avrà un velocità di caricamento circa 15 volte superiore rispetto alla precedente. Riguardo alla capienza del disco si suppone che ci siano 1000Gb di spazio disponibile. Tuttavia non ci è dato sapere se tale capienza muterà anche in base alla versione di console.


Conclusione

E’ un piacere riscontrare che Xbox Scarlett supporta il Ray Tracing. Altrettanto piacevole è sapere che la nuova console di Microsoft presenta altre caratteristiche che si ripercuotono positivamente sulla sua grafica. Per esempio la nuova console supporterà sicuramente il 4K.

Purtroppo però alcune voci di corridoio evidenziano che non sarà previsto il supporto 8K. Si tratta di una tecnologia che potrebbe vedere la luce nel 2020. Se ciò venisse confermato si tratterebbe di un punto di svantaggio rispetto alla rivale Sony. Infatti da alcune indiscrezioni sembrebbe che Playstation 5 non solo supporterà il 4K ma addirittura l’ 8K.

Tuttavia l’ eventuale costo della console più ridotto potrebbe divenire un incentivo al suo acquisto. Solamente durante la sua data di uscita lo scopriremo. Quel che è certo è che la scheda video di Xbox Scarlett è molto potente.

Altrettanto certo è che passerà del tempo prima di trovare nei negozi il nuovo capolavoro di Microsoft. Sino ad allora l’ unica cosa che possiamo fare è stimolare il cervello gustandoci la fine del ciclo di Xbox One.

Condividi

Luca
Luca

Sono un consulente di marketing online, sviluppatore di siti web nonchè blogger esperto di affiliazioni. Ho aperto il mio blog SoldiOnline.BIZ per far comprendere alle persone che fare Marketing Online in completa autonomia si può. Un tempo credevo nella bontà del Network Marketing. Successivamente mi sono ricreduto. Fortunatamente grazie al mio blog ho trovato qualcosa di meglio in cui credere. Sono ambientalista, vegano nonchè animalista convinto ed impiego la mia vita al servizio degli animali.

Lascia un Commento

Your email address will not be published.